Formula 1

Lauda difende Hamilton: «Ha agito bene, non è disobbedienza»

Continuano le schermaglie a distanza in casa Mercedes. Tutti contro tutti: Hamilton contro Rosberg, Wolff contro Lauda, filo tedeschi contro filo inglesi. Nonostante quello che viene fatto trapelare la situazione è più tesa di quanto si potrebbe pensare. Dopo i fatti di Monaco, Lewis Hamilton è nuovamente nell’occhio del ciclone per il suo comportamento. Se Lauda, il maggior fautore dell’accordo che ha portato l’inglese a Stoccarda, Wolff e Rosberg si sono coalizzati contro il bad boy della Formula 1, colpevole di aver rovinato la gara al tedesco che, nel caso avesse avuto via libera, aveva tutte le carte in regola per vincere la corsa. «Lewis ha ignorato l’ordine perché si è ricordato quello che avevamo detto a inizio stagione, ossia che sarebbero stati liberi di lottare tra loro – ha sottolineato Lauda alla Bild – Continuo a dire che ha agito nel migliore dei modi, non è disobbedienza. Semplicemente ha provocato Rosberg e messo in dubbio la sua capacità di leadership in Mercedes».

I piloti vengono ingaggiati per correre e arrivare a lottare in pista, anche col proprio compagno di box, è l’unica cosa per la quale un driver viene pagato: «Non è questione di autorità, sono stato assunto per correre e arrivare a dire che il mio comportamento è costato la vittoria a Nico è veramente esagerato, stavo correndo anche contro di lui, perché avrei dovuto preoccuparmi della sua gara? – ha confidato il campione del mondo del 2008 intervistato dal Daily Welt – Stavo facendo semplicemente il mio lavoro, ho cercato di arrivare il più davanti possibile e non ero obbligato ad aiutare Rosberg».

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.