Analisi della redazioneFormula 1Gran Premio Emilia Romagna

La Mercedes potrebbe ottenere il suo settimo mondiale a Imola

I piloti del team di Brackley devono ottenere 12 punti per far sì che la squadra ottenga l’iridato nel Costruttori. Ciò non accadrà nel caso in cui la Red Bull ottenga 33 punti e i tedeschi zero

La Mercedes può entrare nuovamente nella storia questo fine settimana a Imola e vincere il mondiale Costruttori per la settima volta consecutiva

La Mercedes, a prescindere da cosa succederà in questo weekend a Imola, ottenendo solo 12 punti potrà dichiararsi vincitrice del mondiale Costruttori in una stagione in cui le frecce d’argento sono state le nette dominatrici. La differenza tra la Mercedes e la Red Bull, seconda classificata, è di 209 punti. Il team di Milton Keynes per ritardare la festa al team di Brackley dovrebbe ottenere 33 punti in più rispetto a loro. Per far sì che la lotta rimanga viva, la Red Bull dovrebbe effettuare la doppietta e ottenere il giro più veloce.

Invece la Mercedes non dovrebbe ottenere i 12 punti, cosa che a priori sembra abbastanza improbabile. Se teniamo d’occhio le statistiche, vedremmo che sono ancora di più a discapito della Red Bull. Quelli di Milton Keynes hanno totalizzato più punti della Mercedes soltanto nel GP ​​del 70 ° Anniversario, in cui Max Verstappen e Alexander Albon hanno ottenuto 35 punti, solo uno in più della Mercedes che ha lasciato Silverstone con 34 punti.

Inoltre, quello è stato l’unico evento in cui la Red Bull ha effettuato più di 33 punti, il numero di cui ha bisogno per mantenere viva la lotta fino al Gran Premio della Turchia. Dal Gran Premio del Belgio, gli austriaci non sono nemmeno riusciti a ottenere più di 20 punti. Non hanno totalizzato alcun punto nel Gran Premio di Monza, ne hanno invece totalizzato 15 al Mugello, 19 in Russia e nel GP dell’Eifel e 15 lo scorso fine settimana a Portimao.

IL TEAM DI BRACKLEY E’ PRONTO A RISCRIVERE LA STORIA

Per queste stesse ragioni, la Mercedes ha tutte le carte in regola per aggiudicarsi il settimo mondiale costruttori consecutivo questo fine settimana a Imola. Basta soltanto che uno dei suoi piloti ottenga il quarto posto o anche un punteggio combinato di 12 punti tra Lewis Hamilton e Valtteri Bottas sarebbe sufficiente per riscrivere i libri di storia nel 2020. Così facendo batterà il record della Ferrari di sei titoli consecutivi ottenuti tra il 1999 e il 2004.

L’anno scorso, la Mercedes ha conquistato il suo sesto titolo anche con quattro gare di anticipo al Gran Premio del Giappone. Dopo una vittoria di Bottas e un terzo posto con un giro veloce di Hamilton, il team di Brackley ha ottenuto i punti necessari per battere la Ferrari e porre fine al Campionato. Per quanto riguarda il Campionato Piloti, Hamilton non ha possibilità di diventare il sette volte campione del mondo a Imola ma può ottenerlo in Turchia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio