DichiarazioniFormula 1Gran Premio Australia

La McLaren si ritira dal GP d’Australia per il Coronavirus

La positività al Coronavirus di un membro dello staff del team di Woking cambia le carte in tavola, ma la gara al momento è confermata. La sicurezza di team, staff e fan rimane comunque la priorità

La McLaren ha annunciato oggi che non parteciperà al Gran Premio d’Australia questo fine settimana, dopo aver scoperto che una persona del proprio staff è risultato positivo ai test per il Coronavirus. L’evento al momento è confermato fino a nuovo ordine, nonostante il ritiro del team di Woking

Oggi è stato annunciato il primo caso di Coronavirus all’interno della Formula 1. La McLaren ha ricevuto, oggi, i risultati dei test del dipendente che ha deciso di isolarsi ieri, dopo aver presentato sintomi simili a quelli del virus. I medici hanno informato il team che una persona del proprio staff è infetto, perciò la McLaren ha deciso di ritirare la propria partecipazione al Gran Premio d’Australia, per salvaguardare il resto dei membri della Formula 1. La McLaren è l’unica squadra che ha annunciato che non gareggerà.

COMUNICATO UFFICIALE MCLAREN 

Al momento, l’evento all’Albert Park è confermato e sembra che non ci siano comunicazioni a riguardo, sul fatto che verrà cancellato, nonostante non gareggi tale team. Ecco le dichiarazioni rilasciate dalla squadra a riguardo: “La McLaren Racing ha confermato questo pomeriggio a Melbourne che si ritira dal Gran Premio australiano del 2020, a seguito della positività al Coronavirus di un membro del proprio staff, che è stato isolato non appena i sintomi si sono manifestati. Adesso le autorità sanitarie locali lo stanno curando”.

 

“Il team si è preparato per questa circostanza e ha fornito supporto al proprio dipendente, che ora entrerà in un periodo di quarantena. Il team lavora con le autorità locali competenti per fornire assistenza nelle indagini e nelle analisi. Zak Brown, CEO di McLaren Racing, e Andreas Seidl, Team Principal della McLaren, hanno informato la Formula 1 e la FIA della decisione presa a riguardo. Ciò è stato deciso sulla base del dovere di salvaguardare non solo i nostri dipendenti e partner, ma anche i nostri rivali, fan del Circus e tutti gli altri membri della community”.

LA PRIORITA’ E’ LA SICUREZZA

La Formula 1, da parte sua, assicura di aver partecipato attivamente alla decisione presa dalla McLaren e di anticipare che si stanno coordinando con le autorità per decidere cosa fare. “In seguito alla positività al Coronavirus di un membro dello staff della McLaren, siamo stati in stretto contatto con loro per prendere la decisione più giusta, e ci siamo coordinati con tutte le autorità competenti per compiere i passi successivi. La nostra priorità è la sicurezza di fan, team e di tutto lo staff del Circus”. 

 

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button