Formula 1Gran Premio Spagna

Il GP Spagna si disputerà grazie a rigidi protocolli

La FOM e gli organizzatori dell’evento monitorano costantemente la situazione, perciò non dovrebbe esserci alcuna variazione nella pianificazione della gara, che si terrà il 16 Agosto

Nonostante la delicata situazione del Covid-19 in Catalogna e Spagna, il GP di Spagna si disputerà. La FOM e gli organizzatori dell’evento monitorano quotidianamente la situazione. Si effettueranno i rigidi protocolli concordati quando è stato chiuso l’accordo che prevede lo svolgersi della gara spagnola

La Catalogna è la regione con il maggior numero di focolai in Spagna. A Barcellona vi sono 33 focolai attivi e oltre 1.795 casi confermati dallo scorso venerdì. Il Montmeló, l’area in cui si trova il circuito in cui si disputa l’evento spagnolo di Formula 1, non fa parte delle aree colpite. Perciò al momento il GP di Spagna si disputerà. Gli organizzatori dell’evento e la FOM sono comunque consapevoli dell’aumento dei casi a Barcellona e dintorni e sono in costante comunicazione dall’inizio della Pandemia.

GP SPAGNA SI DISPUTERA’: NON DOVREBBERO ESSERCI VARIAZIONI NELLA PIANIFICAZIONE

Gli organizzatori e la FOM, seppur sono consapevoli della situazione, sono comunque convinti che il GP di Spagna si disputerà con le dovute garanzie. Ciò sarà possibile grazie al rigido protocollo progettato dalla FIA e dalla stessa Formula 1. Tutto ciò mirato a effettuare l’intero calendario in totale sicurezza. Pertanto, si esclude che un aumento del numero dei casi o che le possibili misure politiche restrittive portino a un cambiamento nella pianificazione dell’evento. Il GP di Spagna si terrà il 16 Agosto.

RISORSE NECESSARIE PER EFFETTUARE L’EVENTO IN SICUREZZA

Nell’area metropolitana di Barcellona, ​​dove il numero di infetti è maggiore, il governo raccomanda l’auto-confinamento, ma non sono stati vietati gli eventi sportivi a porte chiuse, come il GP di Spagna. La pista catalana seguirà il protocollo emanato dal Circus. La Formula 1 arriverà sul tracciato spagnolo con cinque gare già disputate seguendo le misure di sicurezza anti Covid-19. L’esempio dei due casi rilevati in Ungheria fa pensare loro di disporre delle risorse necessarie per effettuare l’evento in sicurezza, anche in circostanze come queste.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button