Curiosità dalla F1Gran Premio Italia

Il futuro della Formula 1 a Monza passa per l’ACI

Quando siamo ormai al termine della stagione 2015 di Formula 1, Monza brancola ancora nel buio. Il contratto di rinnovo non è ancora stato firmato e ad occuparsene sarà il presidente di ACI, Angelo Sticchi Damiani, che tratterà direttamente con Bernie Ecclestone sul futuro del Gran Premio di Formula 1 a Monza. Ad annunciarlo questa settimana è stato il Consiglio Generale dell’Automobile Club d’Italia che lo scorso giovedì ha di fatto conferito al numero uno dell’Automobile Club d’Italia il mandato per trattare i termini del contratto con l’85enne Patron del Circus.

L’attuale accordo che lega la classe Regina del Motorsport all’impianto brianzolo scadrà con l’edizione 2016. Monza e l’Autodromo Nazionale sono ancora in attesa che vengano sbloccati i fondi della Regione Lombardia promessi dal governatore Roberto Maroni, 7 milioni di euro l’anno, per un totale di 70 milioni in 10 anni, necessari per programmare un piano di investimento per rilanciare la struttura: «È doveroso per l’Automobile Club d’Italia assumersi le proprie responsabilità pur nella consapevolezza del gravoso impegno e della complessità della trattativa – ha commentato Sticchi Damiani – Questa importante decisione porta finalmente all’individuazione di un interlocutore unico, insieme all’Automobile Club di Milano, nella trattativa con la FOM». Il futuro al momento non è roseo e Monza, non può fare altro che continuare a sperare.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio