DichiarazioniFormula 1

Horner: “La Red Bull 2021 sarà nuova al 40%”

Il team principal della scuderia austriaca ha svelato che la nuova vettura 2021 sarà nuova al 40%

Horner ha ammesso che la Red Bull 2021 sarà nuova al 40%, la restante parte verrà ripresa dalla RB16

La scuderia austriaca si sta preparando alla stagione 2021 progettando la nuova vettura, con l’obiettivo di colmare il gap dalla Mercedes. I nuovi regolamenti impediscono ai team di rivoluzionare le monoposto 2020. Tuttavia, i team hanno a disposizione due gettoni per scegliere particolari aree su cui lavorare e migliorare. Horner ha così ammesso che la Red Bull sarà nuova al 40%. Invece, il restante 60% verrà ripreso dalla RB16, che si è mostrata competitiva.

Ai colleghi di Autosport ha così spiegato: “Direi che la RB16B sarà al 60% la RB16. Come per tutte le vetture, c’è una grande quantità di componenti che useremo anche l’anno prossimo. Abbiamo la base per una buona monoposto. Sappiamo quali sono stati i nostri punti deboli in confronto agli avversari. Il nostro sviluppo invernale si sta concentrando su quelle aree”.

Ha poi aggiunto: “La Mercedes avrà sicuramente un pacchetto estremamente forte il prossimo anno, su questo non ci sono dubbi. Noi dobbiamo solo usare tutte le informazioni, i dati e gli strumenti che abbiamo a disposizione per far il miglior lavoro possibile”.

HORNER: “SARÀ UNA NUOVA SFIDA”

Il mondiale 2020 si è concluso da una settimana, ma le squadre non si sono mai fermate. Infatti, i team sono già concentrati sul prossimo anno, con l’unico obiettivo di migliorarsi per poter lottare per le prime posizioni. La Mercedes, anche quest’anno, non ha avuto rivali diretti per il titolo costruttori e piloti. La Red Bull è stata l’unica in grado di dare fastidio alle due frecce d’Argento. Tuttavia, la scuderia austriaca ha sofferto di alcune anomalie aerodinamiche, che spera verranno presto risolte.

Nonostante le limitazioni imposte dai regolamenti e i tagli del budget cup, Horner si è detto ottimista dello sviluppo previsto. Infatti, ha così dichiarato: “Penso che gran parte del telaio rimanga lo stesso. Anche gli elementi delle sospensioni e il cambio verranno trasferiti. Fondamentalmente le superfici aerodinamiche saranno diverse. L’anno prossimo entreremo in un mondo con limiti di budget, quindi la capacità di sviluppo è molto più mirata”.

Infine ha aggiunto: “Sarà una nuova sfida, ma penso abbiamo le basi per una macchina buona. Quest’anno la macchina in generale si è avvicinata sempre di più alla Mercedes, in particolare negli ultimi due mesi. Questo è un dato davvero incoraggiante.

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.