DichiarazioniFormula 1Mercato Piloti F1

Schumacher: “C’è rispetto con Mazepin”

Il pilota della Haas ha rivelato di aver già corso con il russo ai tempi dei kart cioè circa sei anni fa

Il campione di Formula 2 in carica ha parlato del suo futuro compagno di squadra affermando di non conoscerlo, ma di rispettarlo

Il primo anno in Formula 1 per Mick Schumacher non sarà certamente una passeggiata. Il tedesco dovrà condividere il box con Nikita Mazepin, pilota russo con il quale Mick aveva corso in kart sei anni fa. “Siamo stati compagni di squadra nella Tony Kart nel 2013 e nel 2014, quindi l’ho conosciuto lì ed è stato molto gentile”, ha detto venerdì durante la cerimonia di premiazione FIA, dove ha ritirato il trofeo per aver vinto il campionato di Formula 2 2020.

“C’era un discreto rispetto tra noi come compagni di squadra”, ha aggiunto. “Oltre a questo non lo conosco molto bene. Sarà interessante conoscerlo il prossimo anno. Ovviamente siamo tutti cresciuti da allora”. Intanto Schumacher ha scelto di non essere coinvolto in alcuna discussione sulla recente controversia legata al video che Mazepin ha pubblicato sui suoi social media, affermando che era sicuro che fosse stato già affrontato internamente dalla direzione della Haas.

“Non è una mia preoccupazione. In ogni caso mi concentro su me stesso, cerco di ottenere i miei migliori risultati e cerco di lavorare il più vicino possibile alla squadra”. In ottica 2021, Schumacher ha già trascorso del tempo in macchina. Ha preso il posto di Kevin Magnussen nelle prime prove libere del GP di Abu Dhabi ed è tornato al volante nel test di martedì per giovani piloti post-stagione a Yas Marina.

SCHUMACHER ENTUSIASTA DELL’ESPERIENZA CON LA HAAS AD ABU DHABI

“È stato fantastico”, ha detto Schumacher parlando della sua esperienza a bordo della Haas. “Le ultime settimane sono state una specie di periodo in cui cercare di rendermi conto di cosa sia realmente accaduto quest’anno, quanto lontano siamo arrivati e da dove siamo partiti. È stato fantastico essere con il team Haas F1 ad Abu Dhabi, vedere come funziona il lavoro nel weekend, com’è la struttura. E’ stato interessante anche sentire le loro opinioni su certe cose, come la gestione della gara e tutto il resto”.

“Mi ha aperto gli occhi e mi è stato di grande aiuto far parte del test per giovani piloti dopo aver avuto quel fine settimana con loro”, ha aggiunto il figlio d’arte. “Sono stato davvero in grado di dire: ” ‘Ok, questo è il tipo di opinioni che voglio sentire, questo è il tipo di cose che voglio imparare’. Devo dire che è molto divertente. È così veloce, completamente diverso dalla Formula 2. Non vedo l’ora che arrivi la prima gara ora”, conclude Mick Schumacher in trepidante attesa che inizi la stagione.

Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati anonimi di navigazione e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore con i nostri servizi.