DichiarazioniFormula 1

Honda e il ritorno in Formula 1: Horner guarda anche ad altri marchi

Il team principal della scuderia austriaca risponde alle speculazioni sulla casa motoristica nipponica

Il forte marchio giapponese ha lasciato la categoria regina al termine della scorsa stagione, ma in futuro qualcosa potrebbe convincerla a guardarsi indietro

Il potente binomio Honda-Red Bull ha interrotto lo scorso anno l’incontrastato dominio Mercedes in pista. Quest’anno, dopo il ritiro della Honda dalla Formula 1, la Red Bull è riuscita a mantenere alto il livello con la loro produzione in proprio, la divisione Red Bull Powertrains – nonostante ci siano ancora elementi della casa giapponese a sostenere il nuovo progetto di Milton Keynes. Non sono poche però le speculazioni riguardo un gran ritorno di Honda in un futuro non lontano. E Christian Horner ha risposto in merito alla questione.

Ci sono molte speculazioni. Honda ha annunciato il ritiro lo scorso anno perché si sta impegnando sull’aspetto elettrico, e dunque i motori a combustione non fanno parte del loro futuro.” ha sottolineato Horner. “Dunque è difficile immaginare per loro una completa marcia indietro. Ma forse ci sono elementi che vorrebbero fare ritorno. Con la divisione 50 e 50 tra motore a combustione e potere elettrico nella futura Power Unit, forse questa è una strada per ritornare a un coinvolgimento in Formula 1. Ma per noi niente di ciò che stiamo facendo dipende da questo: stiamo sulla nostra strada“.

ALLEANZA HONDA-RED BULL IN FORMULA 1: MA ARRIVANO ALTRI PRETENDENTI

Con il crescente interesse di altre case motoristiche per la Formula 1, il mercato sembra pronto a espandersi. Di questo ha parlato anche Christian Horner, mostrando il suo entusiasmo. Nonostante sia ormai ufficiale che non ci saranno collaborazioni tra Red Bull e Porsche, come si credeva, Horner ha commentato un eventuale ingresso di nuovi marchi in Formula 1: “E’ grandioso che altri costruttori si stiano aggiungendo. Dimostra quanto sia importante la Formula 1 e quanto sia forte il suo mercato. Perché stiamo vedendo nuovi marchi che non abbiamo mai visto prima“.

Molti di loro hanno annunciato che stanno producendo i loro ultimi motori a combustione, ma ecco che si uniscono alla Formula 1 per dei motori V6 con carburanti sostenibili. Penso che dimostri la forza della Formula 1. Perché ovviamente questi marchi potrebbero unirsi alla Formula E. Ma da ciò che vedo da quelle gare, le emozioni e la passione non ci sono. Mentre la Formula 1 porta con sé quelle emozioni e quell’eccellenza tecnica. Quindi è grandioso vedere un costruttore come Audi e forse Porsche arrivare in Formula 1, e anche l’interesse mostrato da molti altri“.

 

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Studentessa di Lettere Classiche all'Università Federico II. Innamorata follemente della Rossa. Con la Formula 1 è stato amore a prima vista, e nulla riesce a emozionarmi come fa lei. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio