2019DichiarazioniFormula 1

Hamilton: “So di stare bene vestito di rosso”

Il pilota Mercedes conferma la volontà di rimanere nel team, senza chiudere del tutto la porta a un futuro in Ferrari

Lewis Hamilton: il sogno di correre in Ferrari mai negato

Lewis Hamilton non ha mai negato il sogno di poter essere alla guida di una Ferrari in futuro. Cinque volte campione del mondo è molto vicino alla conquista del suo sesto titolo, cosa che lo avvicinerebbe, ad un solo trionfo iridato, da Michael Schumacher.

Il pilota britannico, oltre ad aver dimostrato un talento con pochi eguali, è stato anche capace di correre, per gran parte della sua carriera, nei team di riferimento. Approdato in Formula 1 nel 2007, Hamilton ha da subito avuto la chance di combattere per il titolo grazie a una McLaren inferiore forse solo alla Ferrari in quell’anno.

Va dato merito al pilota di origini caraibiche, di aver battuto il compagno di squadra quasi in ogni stagione, dopo esser stato al fianco di piloti campioni del mondo come Fernando Alonso, Jenson Button e Nico Rosberg.

IL ROSSO MI DONA

Lewis Hamilton, recentemente intercettato da Channel 4 ha esordito con un: “So di stare bene in Rosso”, chiaramente riferito ai colori del team del Cavallino Rampante. L’inglese ha poi smorzato affermando come si tratti di uno scenario difficile e confermando l’intenzione di proseguire con Mercedes, squadra che lo ha seguito fino ai tempi del karting.

“E’ uno scenario molto, molto difficile” – ha detto Hamilton riguardo un possibile passaggio in Ferrari. “Sono stato con Mercedes da quando avevo 13 anni. Il cambiamento è sempre bello, ma la lealtà è tutto, ecco perché ho questo tatuaggio (riferendosi al suo braccio sinistro n.d.r.)”.

“Non gareggerò per sempre , ma cosa farò in futuro? Voglio rimanere parte della Mercedes facendo qualcosa di piuttosto epico oltre alle corse? Se avessi, invece, intenzione di cambiare (squadra n.d.r.) allora non so come sarà in futuro”.

Il pilota Mercedes potrebbe chiudere il campionato già nelle prossime trasferte extra-europee che vedranno il circus prima spostarsi in medio-oriente, per il Gran Premio del Giappone, prima di affrontare la doppia tappa americana, prima in Messico poi nel Texas.

Topics
Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close