DichiarazioniFormula 1

Hamilton non pensa al ritiro: “Amo quello che faccio”

Il sette volte campione del mondo riflette sugli anni passati in Formula 1 e allontana sempre di più l’idea di un ritiro

Stando alla griglia attuale, Lewis Hamilton è il secondo pilota più anziano presente in griglia, tuttavia il sette volte campione del mondo sente di avere ancora i conti in sospeso, allontanando sempre di più l’idea di un ritiro

Il pluri-laureato campione del mondo Lewis Hamilton, debutta nel lontano 2007, portando a casa sedici stagioni e sette titoli mondiali. La Mercedes , ormai compagna di vita non lo ha mai lasciato, accompagnandolo in tutta la sua carriera. Tuttavia, l’avventura di Hamilton potrebbe terminare con la scadenza del contratto nel 2023, avvicinando sempre di più l’idea di un ritiro. Il boss della Mercedes, Toto Wolff si è più volte espresso sulla questione, delineando come la figura di Lewis Hamilton sia diventata fondamentale per la casa automobilistica tedesca, e che quindi il pilota potrebbe non lasciare il Circus, o almeno non del tutto.

Il sette volte campione del mondo si apre dunque, ai microfoni della stampa, parlando di quelle che sono le sue sensazioni: “E’ una domanda che mi pongo in continuazione. Forse perchè con Alonso ancora presente in griglia, e Vettel invece, già vicino al ritiro, non so. Io amo ancora quello che sto facendo. Amo la sfida che si ripropone ogni anno, cercare di valutare cosa si è portato a casa a fine anno, lasciando indietro tutte le cose cattive e portare avanti solo quelle buone.” In seguito Lewis Hamilton procede con le dichiarazioni, valutando quelli che sono i motivi che lo spingono a non credere in un ritiro imminente.

Cosa posso ancora fare per migliorarmi? Come posso mangiare più sano? Come posso riuscire a controllare la mente e lo spirito? Come fare per essere concentrati al cento per cento? Certo, per non parlare poi dell’adrenalina, noi piloti siamo ormai abituati.” Il pilota britannico infine conclude l’intervista, tirando le somme su quanto accaduto nella stagione del 2022: “All’inizio, forse. Ma io amo il mio sport e quanto successo quest’anno non cambia nulla. Credo ancora che il mio impegno e il mio tempo abbia portato grossi frutti.”

Vittoria Vocino

Nata nel 2002, studentessa di Comunicazione e Giornalismo, contraddistinta da attitudine propositiva e sempre aperta alle sfide, con una proiezione professionale verso il mondo del motorsport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button