DichiarazioniFormula 1

Hamilton e il futuro: alla ricerca dell’equilibrio perfetto

Il sette volte campione del mondo ha parlato della passione per il suo lavoro e del desiderio di progettare altre nuove avventure future

Il pilota di casa Mercedes è sempre stato impegnato in numerosi progetti, anche molto distanti dalla Formula 1. Il segreto per la sua permanenza nella Classe Regina è legato alla ricerca di un equilibrio perfetto tra le passioni che lo animano da sempre

In attesa del suo tanto agognato rinnovo con le Frecce d’Argento, Lewis Hamilton si è aperto su ciò che si aspetta dal futuro. Ama la Formula 1, il lavoro a stretto contatto con gli ingegneri e l’adrenalina del salire su una monoposto che supera i 300 km/h, ma la sua vita è colorata anche da altre numerose passioni. E la moda, la nuova catena di fast food vegani “Neat Burger”, la musica e il campionato di SUV elettrici Extreme E sono solo alcune di queste.

Ci si aspettava la sua firma su un contratto nuovo di zecca poco prima di Natale, e invece non c’è stata. Il sette volte iridato si sta infatti prendendo altro tempo alla ricerca del giusto equilibrio tra presente e futuro. L’inglese non ha nascosto la sua necessità di valutare attentamente i progetti che gli stanno davvero a cuore per avere il tempo necessario affinché vadano in porto.

HAMILTON RIFLESSIVO: “AMO IL MIO LAVORO MA DEVO ANCHE PENSARE AI PIANI FUTURI”

Sto cercando di trovare un equilibrio. Mi piace vivere la vita giorno dopo giorno perché non sai mai quando finiscono le tue giornate“, ha dichiarato Lewis ad Autosport.com, “E ho avuto persone nella mia vita che hanno detto ‘Avevo intenzione di fare questo e quello e ho finito il tempo’. Quest’anno, direi più che mai, c’è stata un’enorme attenzione per il presente. Tuttavia, sì, in genere mi piace essere lungimirante; sono così entusiasta di ciò che riserva il futuro“.
Come riporta Planetf1.com, Lewis sta riflettendo su ciò che vorrebbe realizzare di qui a qualche anno: “Ma anche, invecchiando, mi rendo conto che le cose richiedono così tanto tempo per essere messe in atto. Quindi, se c’è qualcosa che voglio fare, e alcune cose potrebbero richiedere dai 5 ai 10 anni, forse anche di più, devo assicurarmi di provare a gettare strategicamente le basi adesso. Ma allo stesso tempo, vivo il presente“.

Dalle parole del numero 44, si intuisce però che la sua straordinaria avventura in Formula 1 non si è conclusa qui. Con nuove motivazioni ed energie, Lewis infatti cercherà di diventare il pilota più vincente della storia di questo sport, superando così i sette titoli di Schumacher. “Amo il mio lavoro, amo le corse. Anche in questo periodo difficile, comunicare con gli ingegneri e cercare davvero di cogliere le sfumature di ciò che fa muovere il mio sport e la tecnologia con cui lavoriamo. Tutti sono in allerta con questa storia del Covid; l’intero ambiente di lavoro è cambiato. Ma al centro ci sono le corse, che tutti amiamo. E sono davvero grato di poterlo fare“, ha poi concluso Hamilton.

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.