DichiarazioniFormula 1

Grosjean: “Il 2019 non è stato un disastro”

Il pilota francese cerca dei lati positivi nella difficile stagione appena trascorsa

La Haas è reduce da mesi tribolati e avari di soddisfazioni, ma Romain preferisce pensare positivo

Nel 2019 Romain Grosjean ha totalizzato solo otto punti in classifica generale e tante delusioni, ma ai microfoni di RaceFans ha voluto sottolineare i lati positivi dell’annata appena trascorsa.

È stata una stagione difficile. Un fallimento totale, un disastro? No”.

“Una buona stagione? Nemmeno”.

“Una brutta stagione, molto probabilmente, sì. Se metti i pro e i contro su una bilancia, ci sono più pro che contro. Ma il quadro generale non è granché perché la vettura stessa non è stata eccezionale”.

IL PUNTO DI FORZA

Il francese ritiene di aver ugualmente ricoperto un ruolo fondamentale a livello di sviluppo della monoposto motorizzata Ferrari.

Ho molti punti deboli, ma sicuramente sviluppare la macchina è stato uno dei miei punti di forza”.

“Nel 2014 alla Lotus avevamo un’auto terribile e abbiamo lavorato molto duramente per risolvere i problemi. Nel 2015 ci siamo ripresi e gareggiavamo con  una macchina decente, infatti siamo riusciti a salire sul podio”.

“Quindi penso che sia sempre stato uno dei miei punti di forza. La stessa cosa con questa squadra: il 2017 non è stato buono ma il 2018 è stato molto meglio”.

“Probabilmente avremmo potuto risparmiare un pò di tempo se fossimo tornati indietro alle specifiche precedenti. Ma è sempre facile parlare con il senno di poi“, ha concluso il compagno di team di Kevin Magnussen.

Pubblicità

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 28 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Istruttore di scuola guida nella vita, appassionato fin da piccolo di Formula 1 e del motorsport a 360 °.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button