DichiarazioniFormula 1Gran Premio Turchia

GP Turchia, Verstappen: “Bel passo avanti rispetto a ieri”

L’olandese è soddisfatto del terzo posto in qualifica, secondo in griglia domani, considerando il miglioramento netto rispetto alle libere

Al termine delle qualifiche del Gran Premio di Turchia, Verstappen è contento del secondo posto, forse perchè consapevole della superiorità della Mercedes a Instanbul

Alla vigilia del weekend era dato per favorito ed invece in qualifica Max Verstappen si è dovuto accontentare della terza posizione dietro alle Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Max domani potrà contare sulla penalità di 10 posizioni inflitta al rivale inglese per guadagnare il secondo posto in griglia, il che non equivale per forza ad un vantaggio, visto che partirà dal lato sporco della pista.

“Sono soddisfatto. Le qualifiche all’inizio sono state un po’ complicate per via delle condizioni ma rispetto a ieri siamo riusciti a dare una svolta molto positiva. Nel complesso i giri sono molto buoni anche se alla fine abbiamo perso tanta velocità sul rettilineo e dobbiamo capire perché. Ma direi che è stato un bel recupero rispetto a ieri”, dichiara Verstappen. L’olandese fa riferimento ad un venerdì in cui le performance, almeno in simulazione di qualifica, non sono state eccezionali, nemmeno nel confronto con le Ferrari.

IMPERATIVO, GUADAGNARE PUNTI SU HAMILTON

“Domani partirò dal secondo posto e vedremo cosa si potrà fare, anche considerando il meteo. Nel complesso siamo piuttosto contenti. In gara dovrebbe andare meglio, il degrado sembra elevato e sembra una pista divertente, soprattutto nella lunga curva a sinistra, la 8. Cercheremo di recuperare più punti possibili”, conclude il pilota della Red Bull.

Max Verstappen è consapevole di dover sfruttare la gara turca per guadagnare punti su Hamilton che invece partirà nel traffico. Allo stesso tempo però non si sbilancia, perché altrettanto consapevole che domani davanti a lui partirà Valtteri Bottas, il cui passo gara mostrato venerdì era davvero promettente. Il finlandese magari non sarà il più ostico da superare ma non è scontato che domani sia così facile tentare l’attacco.

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio