Formula 1Gran Premio Spagna

GP Spagna, FP1: le novità iniziano a giovare alla Ferrari?

La prima sessione di prove libere a Barcellona si conclude, e stupisco i grossi aggiornamenti portate da diversi team

Al termine delle prime prove libere la Ferrari ha registrato tempi migliori rispetto a Verstappen, nonostante l’olandese sia sempre dietro l’angolo

Inizia il weekend del GP di Spagna, il sesto appuntamento della stagione e il primo giro di boa di questo Campionato. Con il primo vero pacchetto di aggiornamenti portato dalla Ferrari, un design completamente innovativo per Aston Martin e novità sulle monoposto Mercedes, questo fine settimana potrebbe dare una decisa svolta al Mondiale.

LE NOVITA’ AL GP DI SPAGNA

Grazie alla nuova regola che obbliga ogni team a portare un giovane pilota per almeno due sessioni di FP1 all’anno, oggi in pista vediamo nuovi volti alla guida di ben tre monoposto: Nyck De Vries, Robert Kubica e Juri Vips. I quali occupano rispettivamente la Williams di Albon, l’Alfa Romeo di Zhou e la Red Bull di Perez. Ma le novità non finiscono qui: in casa Mercedes viene montata la seconda Power Unit su entrambe le vetture. Assieme a un nuovo pacchetto aerodinamico sul fondo per limitare il blocco del flusso che crea il fenomeno del porpoising.

Sorprende il nuovo design dell’Aston Martin, che presenta una vera e propria versione B della loro monoposto, molto simile alla filosofia adottata dalla Red Bull. Primo pacchetto di aggiornamenti anche per la Ferrari, che prevede un’ala posteriore ad alto carico aerodinamico e un fondo nuovo. Mentre per il team di Milton Keynes non ci sono grandi novità per il GP di Spagna, ma soltanto degli alleggerimenti per rendere la vettura più stabile sull’intero tracciato.

I RISULTATI DELLE FP1

Sebbene Verstappen sia stato più veloce delle due Ferrari nella prima metà delle FP1, quando si montavano ancora le mescole dure, i piloti della Rossa sono riusciti monopolizzare le prime due posizioni della classifica, una volta che tutti sono passati alle gomme rosse. Charles Leclerc ha quindi registrato il miglior tempo in 1’19″828, seguito da Sainz a soli 79 decimi di differenza. Poco più di tre decimi invece li separano da Max Verstappen.

Ai piedi della top 3 si registra il crono di George Russell, seguito dal padrone di casa Fernando Alonso e dalla Mercedes di Lewis Hamilton. Le McLaren e le AlphaTauri chiudono la top 10: Norris firma il settimo tempo di giornata, seguito da Gasly, Ricciardo e Yuki Tsunoda. Soltanto undicesima la seconda Alpine, guidata da Esteban Ocon. Alle sue spalle si registra l’Aston Martin di Stroll: il suo compagno di squadra Sebastian Vettel, invece, è relegato al sedicesimo posto.

Kubica, Magnussen e Schumacher separano infatti le due Aston Martin. Valtteri Bottas, invece, riesce a registrare soltanto il diciassettesimo tempo. Seguito da De Vries, Latifi e Juri Vips. Quest’ultimo obbligato dal team per tutto il tempo delle FP1 a eseguire dei test al volante della monoposto. Senza avere quindi la possibilità di spingere al massimo la vettura.

Questa la tabella dei tempi completa:

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Studentessa di Lettere Classiche all'Università Federico II. Innamorata follemente della Rossa. Con la Formula 1 è stato amore a prima vista, e nulla riesce a emozionarmi come fa lei. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio