DichiarazioniFerrari MediaGran Premio Russia

GP Russia 2016- qualifiche, Raikkonen: «Deluso per l’errore all’ultima curva»

Per Kimi Raikkonen la qualifica del GP Russia è stata la messa in scena di un underperforming esponenziale. Il finlandese, con il ritiro di Hamilton, avrebbe avuto l’opportunità di partire secondo domani. Invece è stato beffato da Valtteri Bottas, pilota con cui l’anno scorso proprio a Sochi ha avuto degli attriti in gara. Nel Q3 ha segnato il quarto tempo, pertanto domani partirà 3° dalla seconda fila che spetta di diritto alla Ferrari. Fino ad ora, inoltre, dichiara di non aver vissuto un week-end positivo, anzi, si proclama deluso per l’errore commesso nell’ultima curva, manovra sbagliata che gli è costata decimi importanti.

«L’intero week-end è stato difficile: per una qualche ragione, ho avuto sempre problemi a mettere insieme un giro decente. Nelle qualifiche è andata un po’ meglio ma ho ancora lottato con la parte finale in alcuni punti. La vettura sarebbe stata da secondo o terzo posto, ma nel mio ultimo giro ho completamente sbagliato la curva. Ovviamente sono deluso per quanto accaduto, ma considerando quanto sia stato complicato, il risultato non è quello desiderato ma è meglio di niente. Almeno partiamo terzi. Vedremo cosa accadrà in gara domani, ma penso che andrà meglio».

Grande pressione sul finnico in vista di domani, in quanto Raikkonen sarà costretto a non commettere errori ed essere competitivo come il compagno di squadra Sebastian Vettel,  che oggi è stato molto veloce.

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 20 anni e faccio parte di F1World da 4 anni. Ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre e ora studio lingue a Ca Foscari. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button