Formula 1Gran Premio Italia

GP Italia, Verstappen: “Qualifica compromessa?”

Tra assetto e compagno di squadra non utili alla causa, l’olandese ha soltanto sfiorato la pole. Riuscirà comunque a vincere la gara?

Max Verstappen ha ottenuto la seconda posizione nelle qualifiche del GP d’Italia, ma domani partirà in settima, a causa di una penalità

L’olandese della Red Bull ha sofferto nel primo e terzo settore a causa della velocità massima. Inoltre il gioco di scie che ha visto protagonisti molti compagni di squadra, non c’è stato in Red Bull, a causa di Perez. Il messicano ha ritenuto che non servisse, eppure il campione del mondo in carica è sembrato piuttosto stizzito e contrariato via team radio. Verstappen ha così sfiorato la pole nelle qualifiche per il GP d’Italia, ma com’è andato il giro in generale? Con l’aiuto di Perez avrebbe potuto ottenerla? L’olandese non ha menzionato ciò nelle dichiarazioni rilasciate a caldo.

Ma ha spiegato che l’assetto adottato non è stato il migliore in ottica qualifica. In gara sicuramente la musica cambierà, seppur la penalità da scontare. A riguardo perciò ha dichiarato: “Si, sono andato molto vicino alla pole. Qualifica compromessa? Abbiamo scelto di avere più carico aerodinamico e quindi, per il giro secco questo non era l’assetto migliore. Per domani potremmo essere piuttosto forti, ma sono consapevole che dovrò fare una bella rimonta, visto che partirò un po’ più indietro. Nel complesso è stato un buon giro, mi sono divertito in tutto il weekend e credo che sarà una battaglia interessante domani”.

Stare lontano dai guai come mantra

In diverse gare, il campione del mondo in carica è stato protagonista di rimonte mozzafiato, quindi cinque posizioni di penalità non dovrebbero essere un problema per lui. Eppure non sarà così semplice alla prima curva sorpassare. Che mentalità adotterà Verstappen per provare a vincere il GP d’Italia? Sicuramente dovrà stare lontano dai guai e non potrà fare passi falsi. L’olandese infatti ha concluso affermando: “Cercherò di stare lontano dai guai, andando avanti con la mia gara”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio