2019Dichiarazioni dei PilotiFormula 1Gran Premio Italia

GP Italia 2019, Mercedes più vicine del previsto alla Ferrari

Rispetto a quanto visto in Belgio, a Monza la scuderia tedesca sono riusciti a stare letteralmente negli scarichi del team di Maranello

Topics

Il GP d’Italia inizia col piede giusto per la Mercedes. Nonostante la pista di Monza sia un tracciato favorevole alla Ferrari, il distacco tra il Cavallino Rampante e le Frecce d’Argento non è poi così sostanziale.

Lewis Hamilton è riuscito a portare la Mercedes nella parte alta della classifica fermando il crono della sua W10 ad appena 68 millesimi dalla Rossa di Charles Leclerc. Rispetto a quanto visto in Belgio in occasione delle prove libere, a Monza la scuderia tedesca sono riusciti a stare letteralmente negli scarichi del team di Maranello.

HAMILTON FIDUCIOSO PER LA GARA

Un risultato importante che potrebbe regalare non poche sorprese in occasione della qualifica: “Le prove libere sono state davvero difficili oggi a causa delle incerte condizioni del meteo. Nella prima sessione non abbiamo girato molto. Quando piove i rischi aumentano, non si riesce a imparare niente di nuovo e non porti a casa niente, se per la domenica sono previste altre condizioni – ha spiegato Hamilton in conferenza stampa – Nelle libere 2, invece, le cose sono andate nettamente meglio per tutti visto che la pista è stata asciutta per gran parte della sessione.
Come previsto, la Ferrari continua a essere una monoposto molto veloce in rettilineo ma il nostro ritmo è stato convincente e rispetto a quanto visto nelle prove libere di Spa, sembriamo essere un pelo più vicini. Sembra che potremmo giocarcela. Col team analizzeremo i dati e vedremo dove è possibile migliorare ancora e quali piccole modifiche possiamo apportare per fare un altro passo in avanti. Sarà una gara molto dura ma siamo piuttosto vicini alla Ferrari. Il weekend è iniziato nel migliore dei modi“.

BOTTAS SPERA DI LOTTARE PER LA POLE

Certamente le condizioni atmosferiche non hanno permesso ai piloti della Mercedes di mettere in risalto tutto il vero potenziale della loro monoposto: “La prima sessione è stata difficile per tutti. Non siamo riusciti a portare a termine il programma che ci eravamo prefissati, ma anche gli altri. Soprattutto in previsione della gara, la pioggia ha reso complessa la raccolta dei dati sulle gomme e sul comportamento della vettura – ha spiegato Bottas – Ma non mi sento di dire di aver gettato tutto all’aria perché ho avuto delle buone sensazioni. Nelle libere 2 abbiamo fatto diverse simulazioni. Il ritmo è stato buono e ciò è davvero promettente in vista della gara.
Anche in previsione delle qualifiche possiamo ancora migliorare, visto che abbiamo ancora una sessione di prove libere. Il nostro obiettivo sarà quello di trovare la configurazione perfetta per il nostro pacchetto per avere la possibilità di lottare per la pole“.

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 32 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button