DichiarazioniFormula 1Gran Premio Gran Bretagna

GP Gran Bretagna, Albon: “È stato un weekend fantastico”

La Williams sta dimostrando un’ottima progressione nel corso delle gare, che stimola piloti e scuderia a continuare a spingere per raggiungere risultati sempre migliori

Un ottavo posto che corona un weekend molto positivo per la Williams, che nel corso degli ultimi Gran Premi si è distinta per il progressivo incremento delle performance

Quello andato in scena sul circuito di Silverstone è stato un GP di Gran Bretagna sorprendente, che ha svelato tante sorpresesollevato qualche dubbio sulle performance dei diversi team in gara. Nel circuito di casa, la Williams ha dimostrato ancora una volta di aver lavorato duramente per rendere competitiva la monoposto, di cui Alexander Albon è riuscito a estrarre il potenziale giusto per conquistare ottimi punti nel campionato costruttori. L’ottava posizione ottenuta al termine della gara non è altro che una conferma di quanto il team britannico stia progressivamente lavorando all’evoluzione della vettura.

I passi da compiere sono ancora molti, ma nel corso delle ultime gare sono stati lanciati ottimi segnali di ripresa, che danno fiducia ed entusiasmo al team. Nonostante le voci di corridoio che vedono il thailandese dire addio alla Williams al termine del 2024 per abbracciare i colori di Maranello, Albon non potrebbe essere più entusiasta dei risultati collezionati, in un weekend in cui anche il compagno di squadra ha cavalcato l’onda, chiudendo in quattordicesima posizione e accedendo alla Q2 durante la sessione di qualifica del sabato.

UN WEEKEND FANTASTICO SUL CIRCUITO DI CASA

Al termine del GP di Gran Bretagna, Albon si è detto sorpreso del risultato ottenuto. Un’ottava posizione che ha regalato entusiasmo e anche sorpresa, perché forse in casa Williams ci si aspettava qualcosa di più guardando alla velocità della monoposto, rimasta costante lungo tutto l’arco del weekend. “Ci aspettavamo che la gara fosse un po’ più difficile, con Fernando e Checo dietro di noi“, ha dichiarato il thailandese. “Ho faticato un po’ all’inizioperché non avevo molto grip. Una volta preso il ritmo della gara, andavamo bene. Ci sentivamo abbastanza bene con la macchina“.

A coronare un weekend positivo, anche l’uscita della Safety Car che ha favorito la Williams nella strategia di gara. Tuttavia, Albon ha mantenuto una mente fredda nel descrivere le sensazioni provate nel corso del weekend britannico: nonostante l’ottimo ritmo, il pilota thailandese ha riscontrato qualche difficoltà nella gestione della gara, che non vedeva l’ora di portare a compimento. “È stata una gara complicata. Avevo un ritmo migliore di Fernando, il che è stato un po’ una sorpresa, ma alla fine Charles è arrivato abbastanza rapidamente. È stata una corsa con un occhio davanti e uno dietro […], non avrei voluto che durasse un giro in più“.

Dopo i risultati ottenuti nelle ultime gare, oggi la Williams si trova in settima posizione nel mondiale costruttori, a pari merito con la Haas. Un’ottima posizione considerati gli anni più recenti della scuderia. Ma anche un ottimo risultato che motiva l’intero team a continuare a spingere e a puntare sempre più in alto. Questo grazie anche al miglioramento delle performance di Logan Sargeant, che si è detto molto soddisfatto dei risultati degli ultimi due weekend. “La progressione è buona“, ha sottolineato. “Sto iniziando a guidare la macchina come si deve e il team è fantastico nel supportarmi, spingermi e aiutarmi il più possibile“.

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio