Formula 1Gran PremiGran Premio Gran Bretagna

GP Gran Bretagna, a Silverstone si punta ai 140 mila spettatori

Nonostante l’aumento dei casi della variante Delta, il governo di Londra ha adottato un approccio diverso

Semaforo verde per la gara inglese che potrà ospitare fino a un massimo di 140 mila spettatori

Per la prima volta dall’inizio del campionato di Formula 1, il Gran Premio di Gran Bretagna regalerà agli appassionati un senso di normalità. L’appuntamento di Silverstone, che si disputerà il prossimo 18 luglio, si svolgerà a piena capacità. Gli organizzatori puntano ad avvicinarsi al record delle 141 mila presenze del 2019, ultima edizione svolta lontana dal problema del Covid-19.

Una scelta che sicuramente darà di che discutere. Infatti, la gara di Silverstone si terrà appena un giorno prima della fine delle restrizioni in Inghilterra sul coronavirus. Una condizione che mette i responsabili del tracciato inglese in pole position per provare a mettere a segno il tutto esaurito per il weekend del GP di gran Bretagna.

OK A SILVERSTONE DAL GOVERNO

L’annuncio è arrivato questa mattina attraverso un comunicato stampa pubblicato sui canali ufficiali, a seguito di mesi difficili nei quali il governo di Londra e il circuito hanno discusso a lungo della faccenda: “Non vediamo l’ora di dare il benvenuto a tutti i nostri tifosi a Silverstone – ha commentato uno degli organizzatori – Abbiamo lavorato mesi per arrivare a questo risultato. Molti dei nostri tifosi hanno acquistato i biglietti nel 2020 e sicuramente questo sarà uno degli eventi chiave di questa estate“.

REGOLE FERRE PER ACCEDERE ALL’IMPIANTO

Per accedere al tracciato di inglese, gli spettatori o dovranno aver concluso l’iter vaccinale da Covid-19, con la seconda dose ricevuta almeno 14 giorni prima della giornata del venerdì, dove i fans potranno seguire le prove libere dalle tribune, oppure dimostrare di aver effettuato un tampone con esito negativo entro 48 ore dall’arrivo a Silverstone.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.