Formula 1Gran Premio Arabia Saudita

GP Arabia Saudita, FP3: Verstappen al comando, ma Leclerc è 2°. Bearman 10°

Si è appena conclusa la terza ed ultime sessione di libere in vista della qualifiche

Tra debutti e conferme si concludono le FP3 del GP dell’Arabia Saudita: ecco cosa è accaduto

Le FP3 del GP dell’Arabia Saudita si aprono con la notizia dell’assenza di Carlos Sainz, il quale sarà sostituto da Oliver Bearman, classe 2005, pilota F2 della Ferrari Driver Accademy. Il pilota inglese è stato uno dei primi a scendere in pista. Il suo obiettivo sarà quello di sfruttare al massimo quest’opportunità per farsi vedere ancor di più dei team di Formula 1. Analizziamo nel dettaglio cosa è accaduto durante la sessione

Bearman a rapporto

Nei primi minuti a provare il giro sono Bottas e Bearman, con gomma media. Ma la vera protagonista è la soft, la mescola da qualifica, con cui a scendere in pista per primo è Lewis Hamilton. Il sette volte campione del mondo ferma il tempo in 1:30:793. Tuttavia, i giri costanti del rookie Ferrari, portano Bearman davanti a tutti, con 1:30:277 (gomma media). Successivamente a quaranta minuti al termine, scendono in pista tutti, per provare il giro secco.

La top 5 vede davanti a tutti Verstappen, che con gomma soft segna 1:28:893, seguito da Leclerc, che con gomma media è distante tre decimi dall’olandese. Seguono Magnussen, Perez e Norris. Il pilota britannico continua (così come Piastri) ad effettuare micro settori molto veloci, abortendo però sul finale: il nascondino in casa McLaren continua ancora. Alonso si infila in terza posizione, anche lui con gomma media, mentre Stroll chiude la momentanea top 10.

Zhou a muro, Verstappen guida il gruppo

Il pilota cinese ha perso il controllo in curva 7.  Le condizioni del pilota sono ok, ma la rimozione della monoposto più la sistemazione delle barriere hanno fatto perdere minuti preziosi. La sessione ricomincia a cinque minuti dal termine, dove tutti i piloti scendono in pista per tentare un giro da qualifica, non riuscendo dunque ad effettuare alcun tipo di long-run.

Sfortunato Bearman, che non è riuscito a sfruttare l’intera sessione per riscaldarsi in vista della qualifica. La classifica finale vede Verstappen non migliorarsi di soli dieci millesimi, ma rimane davanti a tutti. Seguono Leclerc e Perez. Bearman debutta nella sua prima FP3 in decima posizione. Quarto Russell, nono Hamilton. Bene le due Aston Martin di Alonso e Stroll in sesta e settima posizione, a sandwich tra le due McLaren (Norris 5° e Piastri 8°).  Sventola la bandiera a scacchi, si concludono così le FP3 del GP dell’Arabia Saudita: chi sarà il poleman a Jeddah? Fra poche ore lo scopriremo

Valeria Caravella

La formula 1 è sempre stata una costante nella mia vita, sin da quando la guardavo a cavalcioni sulle gambe del mio papà. Ad oggi c'è la sto mettendo tutta per rendere la mia passione, il mio lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio