Formula 1Gran Premio Arabia Saudita

GP Arabia Saudita, FP1: Verstappen detta il passo, ma la differenza è minima

Oggi prima sessione di prove libere a Jeddah. Anche se Max è primo, gli altri otto piloti che lo seguono sono molto vicini ai suoi tempi

Si è appena concluso la prima sessione di prove libere a Jeddah per il GP di Arabia Saudita.

Secondo appuntamento di stagione a Jeddah in Arabia Saudita. Si tratta del circuito cittadino piú veloce del calendario con curve medio-veloci e lunghi rettilinei. Sarà dunque necessario un basso carico aerodinamico e grande attenzione sará riservata alla power unit. La Ferrari porterá in pista un’ala posteriore nuova da medio-basso carico aerodinamico che aumenterá l’efficienza in rettilineo e l’effetto DRS.

Verstappen detta il passo

Ancora una volta é Verstappen a dettare il passo chiudendo le FP1 in 1:29.659. L’olandese si è più volte lamentato via radio, probabilmente per questioni legate alla power unitA seguire Fernando Alonso e il compagno di squadra Sergio Perez: entrambi vicinissimi al tre volte campione del mondo

Quanto alla Mercedes, Russell ha chiuso in quarta posizione. Il compagno squadra, ottavo, ha lamentato via radio problemi di saltellamento. Ancora una volta Lewis sembra non aver un buon feeling con la vettura.

Per la rossa, Leclerc è quinto, mentre Sainz sesto. Lo spagnolo è sceso regolarmente in pista nella prima sessione di prove libere, pur non essendo al 100% per un malessere legato a un problema gastrointestinale. Inoltre, per il monegasco c’è stato un cambio dell’ala anteriore. Nel paragone con Leclerc, pur non conoscendo i carichi di benzina, c’è da dire che il mini long-run del ferrarista è stato migliore di quello di Max. La McLaren chiude in settima posizione con Norris e quindicesima con Piastri.

Ecco i tempi per le FP1 a Jeddah

Federica Incatasciato

Siciliana, classe '97, a Torino. Ho una laurea magistrale in Ingegneria Biomedica. Sono perfezionista fino al midollo e super scaramantica, cerco di sfruttare sempre il mio tempo in maniera proficua per imparare più cose possibili. Mi piace leggere e scrivere di politica, storia, letteratura e Formula 1. Fin dal liceo ho coltivato la mia passione per le auto da corsa e in particolare per la Formula 1. Essendo un'ingegnere, della Formula 1 mi affascina molto tutto il lavoro che c'è dietro a quelle monoposto, frutto di studio, strategia e collaborazione all'interno del team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio