Formula 1Gran Premio Abu Dhabi

GP Abu Dhabi, Red Bull: “Bene nei long runs”

Le dichiarazioni di Max Verstappen, Sergio Perez e del rookie, Liam Lawson al termine della giornata dedicata alle prime due sessioni di prove libere a Yas Marina

Venerdì di prove libere del GP Abu Dhabi, Red Bull è scesa in pista con Max Verstappen e Sergio Perez. In FP1 spazio al rookie, Liam Lawson sulla RB18

Sul circuito di Yas Marina è iniziato il weekend del GP Abu Dhabi, l’ultimo della stagione 2022 di Formula 1 e della Red Bull. Nella giornata odierna si sono disputate le prime due sessioni di prove libere, con la Red Bull che è scesa in pista con i piloti titolari, Max Verstappen e Sergio Perez, e Liam Lawson, giovane talento parte della Red Bull Junior Team.

Nella prima sessione di prove libere del GP Abu Dhabi, per la Red Bull sono scesi in pista Sergio Perez e Liam Lawson, che ha avuto la grande opportunità di guidare la RB18 di Max Verstappen. Mercedes in ottima forma, che hanno chiuso nelle prime due posizioni, seguite dalla Ferrari di Charles Leclerc. Le Red Bull chiudono in quarta posizione con Sergio Perez e in quinta posizione con Lawson.

Nella seconda sessione di prove libere, Max Verstappen scende in pista con la sua RB18 e fa segnare dei buonissimi tempi. Ferrari e Red Bull si sono spesso alternate al comando, con la RB18 che ha dimostrato di averne di più rispetto alle Rosse, soprattutto sul passo gara. Nella classifica finale, l’olandese ottiene infatti la prima posizione, Sergio Perez è quinto.

Verstappen: “Dovremmo essere competitivi”

“Sono molto felice di come sia andata la sessione. Penso che la vettura si sia comportata bene. Liam ha svolto un ottimo lavoro nella prima sessione di prove libere, era tranquillo e costante. Esattamente, ciò di cui avevamo bisogno”, così le prime parole di Max Verstappen, al termine delle due sessioni di prove libere del GP Abu Dhabi.

“Nella seconda sessione di prove libere, abbiamo provato alcune cose e nei long runs la macchina ha funzionato molto bene. Perciò, sono molto felice. Al livello meteorologico, in FP2 le temperature erano più rappresentative di ciò che potremmo avere in qualifica. Di sicuro, proviamo sempre ad affinare alcune cose durante la notte. Ma dovremmo essere competitivi in qualifica e in gara,” ha poi aggiunto in conclusione il Campione del Mondo.

Perez: “Attenzione alla sessione del pomeriggio”

“La vettura è andata bene oggi. È stato molto interessante nelle due sessioni, con molta differenza tra la mattina e il pomeriggio. Questa mattina, è stato un po’ difficile con le temperature, motivo per cui dobbiamo fare attenzione alla sessione del pomeriggio, la più rappresentativa del weekend,” ha così spiegato Sergio Perez nella sua intervista per il sito della Red Bull.

“Abbiamo verificato il bilanciamento attorno alla macchina. Ma in generale, abbiamo ottenuto molte informazioni per domani, e ancora più importante in vista di domenica. Siamo competitivi nei long runs, ma sul giro secco la dobbiamo trovare, pertanto abbiamo ancora tempo. Ci sono alcune cose da analizzare per vedere dove migliorare, è molto importante avere un ottimo passo qui,” ha poi aggiunto in conclusione il pilota messicano, il lotta con Charles Leclerc, per il secondo posto nel campionato piloti 2022.

Lawson: “Esperienza fantastica”

Le prime parole di Liam Lawson sul suo esordio al volante della RB18 in una sessione di prove libere di Formula 1: “È stata una fantastica esperienza oggi. Per la prima volta ho svolto un test per Oracle Red Bull Racing, durante un weekend di Formula 1″.

“Ero un tantino nervoso prima della sessione, ma la macchina è veramente ottima. Mi sono sentito immediatamente a mio agio. Abbiamo svolto molti giri, sia con le hard che con le soft, al momento ho notato un grande salto tra le due gomme,” ha poi aggiunto il giovane pilota neozelandese.

In conclusione: “È stato fantastico, aver avuto l’opportunità di provare le soft. Ho guidato l’AlphaTauri in Messico, ma è difficile da paragonare le due macchine, dato che l’Hermanos Rodríguez è una pista completamente diversa, e si trova molto più in alto. Oggi è stata una giornata fantastica, e sono grato per l’opportunità”.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button