DichiarazioniFormula 1Gran Premio Abu Dhabi

GP Abu Dhabi, Mercedes: “Vogliamo essere al meglio per domani”

Gli uomini della scuderia di Brackley ritrovano Hamilton dopo il forfeit di Sakhir, Bottas fatica e poi spinge

Nell’ultimo venerdì dell’anno la Mercedes prepara l’assalto al GP di Abu Dhabi: Hamilton ritrova il feeling con la macchina, Bottas in difficoltà con gli pneumatici

Dopo il weekend “sabbatico”, Lewis Hamilton torna in extremis nell’abitacolo della sua Mercedes W11 per il GP di Abu Dhabi. L’inglese campione del mondo è costretto a ritardare l’uscita in pista per dei problemi con i pedali, concludendo le FP1 in quinta piazza. Il pilota di Stevenage ritrova poi velocemente il feeling con la monoposto salendo in P2 nel pomeriggio. Bene Bottas: il finlandese termina le FP1 in seconda posizione per poi migliorarsi nelle FP2 ottenendo il tempo più veloce della sessione. Entrambi i piloti svolgono programmi comparativi tra gli pneumatici 2020 e quelli 2021 in sessioni di long run e giro secco.

E’ stato un buon venerdì – ha dichiarato Valtteri Bottas – “La macchina è sembrata subito competitiva, ma c’è ancora del lavoro da fare. L’obbiettivo finale è ottenere un buon bilanciamento su tutto il giro. Ho faticato con l’anteriore in alcuni punti e in altri con il posteriore. Inoltre non riuscivo a mandare le soft in temperatura. Non avevo grip nei primi giri, poi le cose sono migliorate. Le medium mi sono sembrate la mescola migliore per adesso. Ho chiari i miei obbiettivi per questo weekend. Sono felice Lewis sia tornato, è bello rivederlo con noi e nella vettura”.

“Sono contento di essere tornato, mi è mancato fare ciò che amo settimana scorsa” – ha detto invece Lewis Hamilton – “ero veramente felice stamattina al mio arrivo sul circuito. C’è voluta una sessione e mezza per ritornare in sintonia con la monoposto nonostante sia stato via per poco tempo. La macchina non sembrava proprio la stessa, quindi sto lavorando per ritrovare le stesse sensazioni in vista della gara. Abbiamo avuto un problema con l’assetto dei pedali nelle FP1, cosa che ci ha bloccati per oltre quaranta minuti, ma il team ha fatto un lavoro egregio per rimettere tutto a posto. Stasera lavoreremo a testa bassa per preparare al meglio le qualifiche di domani”.

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, studente magistrale di Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Velista e windsurfer, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.