DichiarazioniFormula 1Gran Premio Olanda

Gli organizzatori del GP d’Olanda chiedono rispetto per Hamilton

In vista di Zandvoort gli organizzatori sperano di vedere atteggiamenti sportivi nei confronti dell’inglese

La trasferta in terra olandese nella tana degli orange potrebbe rivelarsi particolarmente ostica per Hamilton

L’accesa rivalità tra Lewis Hamilton e Max Verstappen ha spinto gli organizzatori del Gran Premio d’Olanda, in programma il prossimo 5 settembre, a chiedere il massimo rispetto nei confronti dell’inglese. A Zandvoort la marea orange difficilmente strizzerà gli occhi ai piloti al di fuori di Verstappen. Per Hamilton non sarà un weekend facile, specialmente dopo i fatti di Silverstone.

Già a Budapest, altro feudo olandese, il pilota della Mercedes è stato sommerso di fischi, ma ha risposto con tono sicuro, che proprio i fischi gli danno maggior motivazione. L’ex pilota Jan Lammers ha ha esortato i suoi connazionali a non ripetersi a Zandvoort. “Lo sport dovrebbe unire le persone e non dovremmo avere situazioni da hooligan come nel calcio”, ha dichiarato al sito olandese nu.nl.

“Lo sport è anche emozione: non trasformi un tifoso dell’Ajax in un tifoso del Feyenoord e viceversa. È logico che ognuno abbia le proprie preferenze, ma affrontiamole in modo civile, in modo tale da sorprendere Hamilton con la nostra sportività e ospitalità. Stiamo parlando di un sette volte campione del mondo che può essere paragonato a Lionel Messi o Cristiano Ronaldo. Bisogna accoglierli con un grande applauso e non giudicarli per un incidente”.

L’accoglienza sportiva ambita da Jan sarebbe bello non mancasse neppure a Monza dove spesso i rivali della Ferrari dall’alto del podio hanno dovuto beccarsi fischi e insulti poco piacevoli dopo due ore di fatica a oltre 300 all’ora.

DOPO IL FORFAIT DEL 2020, QUEST’ANNO E’TUTTO OK PER IL GP

Intanto fra meno di un mese, l’Olanda tornerà ad ospitare un Gran Premio 36 anni dopo l’ultima volta. Lo scorso anno gli organizzatori hanno rinunciato al GP senza pubblico e così gli olandesi hanno dovuto attendere un altro anno per rivedere la Formula 1 nel proprio paese. Lammers però è sicuro che quest’anno nulla possa mettere in pericolo la disputa della gara.

“Grazie alle misure adottate dal governo, attendiamo fiduciosi il Gran Premio”, ha aggiunto Lammers. “Speriamo e ci aspettiamo che gli eventi sportivi si svolgano dal primo settembre come siamo abituati. Non siamo preoccupati. C’è una consultazione costante con il governo. È nell’interesse reciproco perché anche il governo è molto orgoglioso ed entusiasta del Gran Premio, ma la realizzazione deve essere possibile in piena sicurezza”.

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.