DichiarazioniFormula 1

General Motors in Formula 1: un ingresso che diventa realtà?

Sembrerebbe che siano già iniziate le procedure di valutazione per il marchio americano per un possibile ingresso nella massima categoria

General Motors in Formula 1, un rapporto che potrebbe concretizzarsi a breve?

Giovedì la FIA ha ufficialmente aperto il processo di manifestazione di interesse rivolto a “entità con una seria intenzione di entrare in Formula 1”. Clamoroso ingresso per il 2024? General Motors sta gettando le basi per un inizio in Formula 1. La FIA, infatti, sta seriamente valutando il suo inserimento tramite un accurato processo creato proprio dalla Federazione stessa. E’ stato presentato proprio da Ben Sulayem e costituisce il primo dei due ostacoli che i potenziali nuovi ingressi devono superare con il gruppo di gestione della massima categoria.

Vi sono inoltre 8 punti che ogni potenziale squadra deve avere, affinché la procedura di ingresso vada avanti. Dopo l’annuncio della partnership tra Andretti e General Motors, la FIA sembrerebbe che stia valutando seriamente il potenziale ingresso della scuderia americana. Un portavoce di General Motors ha spiegato a PlanetF1.com come si stanno evolvendo le cose.

Stiamo lavorando diligentemente per rispondere alle esigenze richieste. La nostra offerta aumenterà l’entusiasmo per il Circus a livello globale. La FIA è molto diligente, trasparente ed equa nella valutazione dell’espansione della griglia di Formula 1″, ha confermato il portavoce. Nel frattempo sono in fase di valutazione i criteri da superare da parte del team americano.

Un criterio da non sottovalutare

Fra gli otto punti c’è ne uno che desta preoccupazione ai team: “La valutazione della FIA del valore che il candidato può apportare al campionato, inclusa la considerazione della sua reputazione e integrità”. Un fattore critico, che secondo i team diluirebbe i loro profitti . Fra gli altri criteri vi sono anche fattori come l’abilità tecnica e le risorse del team, e l’esperienza all’interno del settore automobilistico.

Fattori che non mancherebbero al duo Andretti-Cadillac, che sta cercando di affermarsi sempre più nel mercato americano. Se il tutto andrà a buon fine e quindi si concretizzerà l’ufficialità dell’approdo nel Circus il colosso avrà ben due sedi: quella centrale all’interno degli Usa e una satellite in Inghilterra. Quindi è imminente l’ingresso di un nuovo team? 

Valeria Caravella

Valeria Caravella

La formula 1 è sempre stata una costante nella mia vita, sin da quando la guardavo a cavalcioni sulle gambe del mio papà. Ad oggi c'è la sto mettendo tutta per rendere la mia passione, il mio lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio