DichiarazioniGran Premio Europa

Formula 1|Gp Europa 2016, Fernando Alonso: “Nei circuiti come questo dobbiamo arrangiarci come possiamo”

Per Fernando Alonso, il pilota spagnolo della McLaren è stato impossibile fare meglio della 14esima posizione nelle qualifiche del Gran Premio d’Europa a Baku, a causa di bandiere gialle, traffico ed il cronico deficit di potenza del propulsore Honda. Ma lui non si perde d’animo, infatti spera che domani sia una gara caotica per poter guadagnare qualche punto. Nonostante la pessima prestazione, lo spagnolo sa di non essere riuscito a sfruttare a pieno il potenziale della sua monoposto.

Fernando Alonso durante l’intervista ha dichiarato: “Abbiamo sempre incontrato del traffico abbastanza inopportuno. In più ho trovato bandiere gialle in Curva 3, giusto quando mi stavo lanciando sul rettilineo, nei dieci secondo di utilizzo del DRS. Non sarebbe bastato per entrare in Q3, ma quantomeno potevamo posizionarci undicesimi o dodicesimi. È stata sfortuna, ero nel posto sbagliato al momento sbagliato, ma stava anche a noi fare meglio”.

Fernando Alonso poi quantifica il gap dalle macchine migliori sul lungo rettilineo di 2,1 chilometri del Baku City Circuit ed afferma: “La Q1 è stata veramente stressante, non è stato facile trovare un giro pulito, tra bandiere gialle, incidenti e traffico. Quando siamo nelle curve la macchina va abbastanza bene, però quando siamo in rettilineo perdiamo sette o otto decimi con l’acceleratore a fondo. È frustrante, la mancanza di potenza è evidente, anche se è qualcosa di cui eravamo già a conoscenza. Nei circuiti come questo dobbiamo arrangiarci come possiamo”.

Ma Fernando Alonso resta comunque fiducioso per la giornata di domani. Il due volte campione del mondo infatti sa che le particolari caratteristiche del tracciato potrebbero dare una mano alla sua vettura e conclude l’intervista dicendo: “La gara sarà difficile, però con un colpo di fortuna puoi ritrovarti anche sesto o settimo. Bisogna vedere domani, tra modifiche, safety car e qualsiasi altra cosa, tutto potrà essere d’aiuto per noi. L’obiettivo è quello di restare in pista e scegliere le migliori gomme. I punti potrebbero essere a portata di mano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button