2018

Formula 1 | Toto Wolff: “Dobbiamo considerare anche McLaren e Renault come nostre rivali”

Il direttore esecutivo della Mercedes ha dichiarato a Motorsport.com che quest’anno il team ha intenzione di prendere seriamente anche la “minaccia” rappresentata da McLaren e Renault

Topics

Se l’anno scorso la principale rivale della Mercedes era la Rossa di Maranello, quest’anno il team di Toto Wolff crede che sarà necessario prestare attenzione anche a McLaren e Renault.

“Questo è uno dei punti principali del mondo dei motori: devi rispettare ogni team e ogni grande pilota. Stiamo prendendo seriamente Ferrari, Red Bull, McLaren e Renault. Sono tutte scuderie che possono combattere per il Mondiale e altri potrebbero sorprenderci quest’anno”.

 A Motorsport.com, Wolff ha dichiarato di non volersi montare la testa ed è pronto ad affrontare la concorrenza di tutti questi team, con la consapevolezza che se la squadra riuscirà a fare un lavoro analogo all’anno precedente, la Mercedes avrà sicuramente la possibilità di vincere; in caso contrario, per Wolff significherà non aver fatto abbastanza.

Nel 2017, la Ferrari ha dato filo da torcere alla scuderia tedesca, specialmente dopo le prime gare: dopo la vittoria al Gran Premio d’Australia, infatti, il team di Maranello ha inseguito la speranza di porre fine al lungo periodo di siccità che non vedeva una Ferrari Campione del Mondo dal 2007.

Tuttavia, la Mercedes ha presto recuperato terreno e, sfruttando le diverse difficolta incontrate dalla rivale, ha conquistato, con due gare di anticipo e grazie a Lewis Hamilton, il Titolo Mondiale.

“Il modo in cui la Ferrari si è comportata in pista è stato eccezionale e il grande passo avanti che hanno fatto durante l’inverno è stato uno dei migliori tra tutti i team. Sono felice di aver combattuto con loro: abbiamo un record di 11 vittorie in gara, contro le 5 della Ferrari. E il cronometro non mente mai”.

Tuttavia, nonostante le vittorie dell’anno passato, Wolff è convinto che la Mercedes debba rimanere con i piedi per terra: la Ferrari potrebbe ancora rappresentare una grande rivale, quindi per il 2018 sarà necessario tenerla sotto controllo, così come gli altri team in gara.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Altri articoli interessanti