2018Formula 1Gran Premio Gran Bretagna

Formula 1 | Silverstone unica sede plausibile per il GP di Gran Bretagna

L’idea di correre nelle strade di Londra non sembra destinata a concretizzarsi. Il futuro del GP Gran Bretagna è dunque in mano a Silverstone, che però ha un contratto fino a non oltre il 2019

Solo l’edizione del 2019 del GP di Gran Bretagna a Silverstone è al sicuro. Lo scorso anno, infatti, la British Racing Drivers’ Club ha fatto valere una clausola di uscita, che implica un futuro a medio-lungo termine tutt’altro che roseo per la celebre tappa inglese. Se Liberty Media vuole mantenere Silverstone nel calendario anche dal 2020 in poi, dunque, è necessario siglare un accordo totalmente nuovo.

Non è una situazione facile, per la Gran Bretagna. Al di là di Silverstone, non si vedono davvero alternative in terra britannica per ospitare un GP della massima categoria motoristica a quattro ruote. L’ipotesi di una gara nelle strade di Londra, suggerita anche da Lewis Hamilton quando ha parlato della convenienza di correre più spesso in Paesi dalla lunga tradizione motoristica, non appare una via percorribile, nel vero senso della parola. Disputare un GP nel cuore della capitale britannica significherebbe rendere inagibili le strade al traffico per diversi giorni, senza contare il lavoro indispensabile da compiere sul manto stradale e su tutte le strutture circostanti all’ipotetica sede dell’evento.

“Silverstone è l’unico luogo adatto a ospitare un GP di Formula 1, perché non credo all’ipotesi di una gara cittadina – ha commentato David Richards di Motorsport UK, società che si occupa delle infrastrutture della gara brtiannica – Dobbiamo assolutamente garantirci di avere una corsa in questo Paese. L’aspetto commerciale viene trattato tra la Formula 1 e la British Racing Drivers’ Club: noi, da questo punto di vista, siamo un po’ ai margini. Di sicuro noi di Motorsport UK dovremo fare la nostra parte, ma spero vivamente che si giunga all’accordo più vantaggioso. Dal canto nostro, ci impegneremo a fornire le infrastrutture adeguate, con tutti gli ufficiali e i marshall”.

Topics
Pubblicità

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close