2018Dichiarazioni dei PilotiFormula 1Gran Premio Brasile

Formula 1 | Sebastian Vettel: “La Ferrari mi ha chiesto di far passare Kimi perché aveva più ritmo di me”

Sebastian Vettel ha dovuto fare i conti con alcuni problemi di guidabilità e gestione degli pneumatici fin dai giri di pre-griglia

Topics

Nonostante le aspettative del sabato, dopo la qualifica, la Ferrari ha lasciato il Brasile con un magro bottino. Se Kimi Raikkonen è riuscito ad agguantare il gradino più basso del podio, è andata peggio a Sebastian Vettel, sesto a quasi mezzo minuto dal vincitore.

Il tedesco della Ferrari ha dovuto fare i conti con alcuni problemi di guidabilità e gestione degli pneumatici fin dai giri di pre-griglia, quando il team del Cavallino Rampante ha rilevato un’anomalia a un sensore che secondo alcune indiscrezioni potrebbe aver compromesso il funzionamento del differenziale: “Ho provato di tutto ma ovviamente in termini di risultato è stata una corsa negativa, le darei un uno su dieci“.

La strategia studiata dal muretto della Ferrari non ha pagato in pista: prendere il via della corsa con gomme Soft non ha avvantaggiato Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen visto che le Supersoft sono durate più a lungo del previsto. Ma il ritmo del tedesco non è mai stato all’altezza, nemmeno dopo il primo pit-stop, quando la Ferrari ha chiesto a Seb di far passare il suo compagno di squadra per dargli la possibilità di rimontare su Bottas: “È tutto piuttosto semplice. Kimi è rientrato in pista con un set di più fresco di pneumatici – ha raccontato il pilota tedesco a termine della corsa – Io ho avuto qualche giro per provare ad avvicinarmi a Valtteri ma visto che non ce l’ho fatta mi è stato chiesto di far passare Raikkonen. Sono contento per Kimi che questa mossa gli abbia permesso di salire sul podio“, ha concluso.

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Altri articoli interessanti

Back to top button