Formula 1

Formula 1, Sauber: «Sorpresi dal comportamento di Van der Garde»

formula-1-sauber-vs-van-der-garde-001

Sembrava essersi appianata la vicenda giudiziaria che ha visto anteporsi Giedo van der Garde e la Sauber. Il pilota olandese ha accettato la cospicua ricompensa in denaro, circa 15 milioni di euro, che il team di Hinwil gli verserà nelle casse per fare in modo che il contratto che lega il pilota alla Sauber venga definitivamente estinto. Ma il capitolo non è ancora chiuso, almeno sul piano dei social network.

Nel giorno in cui Giedo ha ufficializzato di aver raggiunto un accordo con la scuderia elvetica utilizzando anche pesanti accuse, non si è fatta attendere una risposta da parte della Sauber, attraverso un comunicato sibillino apparso sul proprio account Facebook: «Cari fans del team Sauber, molti di voi avranno letto la dichiarazione di Giedo van der Garde sulla sua pagina Facebook e non possiamo nascondere di essere rimasti parecchio sorpresi – si legge nel post affidato ai social network – Probabilmente sta provando a proporsi come un vincitore, mentre noi avevamo sperato che la situazione giungesse a un epilogo dopo il nostro comune accordo. Giedo ha deciso di utilizzare un approccio differente e, ancora adesso, ci riesce difficile capire le sue motivazioni».

Il primo giorno di prove libere della Sauber a Melbourne, si è svolto in una situazione surreale: la Sauber che aveva a disposizione 2 vetture e 3 piloti che volevano mettersi al volante con la Team Principal, Monisha Kaltenborn, a rischio arresto per truffa. «Avremmo diverse buone risposte alle questioni sollevate da Giedo ma abbiamo deciso che portare avanti questa guerra non aiuterebbe il nostro team, i nostri tifosi e i nostri partner». Ora i pensieri passano velocemente alla Malesia, prossima gara del Calendario: «La nostra attenzione è rivolta alla prossima gara dove proveremo a completare un altro fine settimana di buon livello insieme ai nostri piloti Marcus Ericsson e Felipe Nasr – continua il comunicato – Tutti i nostri sforzi vanno verso questo obiettivo ed è con questo in mente che vorremmo incoraggiarvi a farvi una vostra opinione su quanto successo, che sia anche negativa. Con la presente chiudiamo la questione guardando ai nostri futuri traguardi in pista, insieme a tutti voi. Cordiali saluti, Sauber F1 Team».

Eleonora Ottonello
@lapisinha

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 32 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close