2018Gran Premio Gran Bretagna

Formula 1 | Rosberg: “Contatto Kimi-Lewis non premeditato”

L’ex pilota Mercedes respinge al mittente ogni tesi complottistica riguardo il contatto di Silverstone tra Raikkonen e Hamilton

Topics

Nico Rosberg è ormai spettatore di quello che accade in Formula 1: dopo il suo ritiro da Campione del Mondo nel 2016 osserva tutto dall’esterno, senza però far mai mancare un suo pensiero riguardo l’attualità di questo sport.

Rosberg stavolta parla dell’episodio più controverso dello scorso Gp d’Inghilterra, ovvero il contatto tra Kimi Raikkonen e Lewis Hamilton.

“È insolito per Kimi perché di solito questo tipo di cose non gli capitano, quindi è un po’ strano. Ma sicuramente non l’ha fatto di proposito, e ha ben meritato di ottenere una penalità di 10 secondi e due punti di penalità sulla patente” dice il tedesco, rispendendo al mittente ogni tesi complottistica messa in piedi dagli ambienti Mercedes.

“In Austria, Kimi era secondo e Sebastian terzo e non c’era nessuna possibilità di lasciar passare Sebastian, non lo pensavano nemmeno. Kimi sta guidando per se stesso, era là fuori e ha fatto confusione, bloccato le ruote e tamponato Lewis”, conclude l’ex compagno di squadra di Lewis.

Topics
Pubblicità

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 27 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Appassionato fin da piccolo di Formula 1, da bambino i miei idoli erano Ayrton Senna e Jean Alesi. Sono cresciuto prima con Michael Schumacher e poi con Kimi Raikkonen. Grazie a loro sono qui a scrivere di questo magnifico sport.

Altri articoli interessanti