DichiarazioniFormula 1Gran Premio Azerbaijan

Formula 1 | Red Bull lontana dal vertice ma ben messa in pista

Al termine delle prime sessioni di libere in Azerbaijan, Verstappen e Gasly si sono dichiarati soddisfatti del lavoro del team

Si sono concluse le prime sessioni di prove libere del Gp d’Azerbaijan sul tortuoso cittadino di Baku. Una giornata piuttosto impegnativa, con i programmi di lavoro dei vari team scombussolati dall’annullamento, dopo appena trenta minuti, delle FP1 a causa di un tombino mal fissato. Nel pomeriggio tra bandiere rosse ed escursioni varie i piloti sono riusciti a metter su un po’ di chilometri. Alla bandiera a scacchi Max Verstappen si è portato in quarta posizione, davanti alla Mercedes di Bottas. Solo nono Pierre Gasly, che però ha svolto la sua simulazione di qualifica molto prima rispetto al compagno di squadra e a i due Toro Rosso.

Queste le parole di Max Verstappen che ha chiuso le FP2 al quarto posto in 1’43″793.
“Il fatto di non aver girato questa mattina non ci ha fatto particolarmente male perché è stato cosi per tutti e poi è la FP2 la sessione più importante di un venerdì. La pista è molto scivolosa e come si è visto era molto facile bloccare o finire largo, quindi era importante completare quanti più giri possibili e abituarsi alle condizioni della pista. Devi guidare fino al limite della macchina con l’aderenza che hai, specialmente su un tracciato stradale a bassa aderenza come questo. Devi essere pronto ad adattarti. Sono soddisfatto di ciò che abbiamo raggiunto oggi, ora esamineremo i dati poiché ci sono sempre aree da migliorare, ma è soprattutto la messa a punto la parte cruciale. Non abbiamo ancora aspettative per il weekend e con una sola sessione di prove tutti possono ancora migliorare molto, ma il bilanciamento iniziale sembra buono e abbiamo completato un buon numero di giri su entrambe le mescole.”

Ecco le dichiarazioni del compagno di squadra Pierre Gasly che ha fermato il cronometro sull’ 1’44″240.
“Nei piccoli run, i giri erano un po ‘confusi, ma penso che abbiamo un buon potenziale se riuscissimo a mettere tutto insieme. Con l’alto livello di carburante, mi sento meglio e sono abbastanza soddisfatto dei long run. Naturalmente avremmo voluto correre anche nelle FP1, ma penso che siamo riusciti a fare tutto ciò che volevamo nelle FP2. Abbiamo fatto molti test e siamo su una buona strada per domani. Sappiamo di poter fare buone prestazioni quindi sono abbastanza positivo. In frenata ho avuto un po’ di problemi e ho dovuto imboccare la via di fuga un paio di volte perché stavo cercando il limite. La macchina sta migliorando sempre e sono contento delle sensazioni che sto provando. La Ferrari è sembrata molto più veloce oggi, ma vedremo cosa potremo fare domani in qualifica anche se, come ho detto, abbiamo un ottimo passo gara, quindi questo è positivo “.

Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button