2018Dichiarazioni dei PilotiGran Premio Australia

Formula 1 | Pierre Gasly: “Un peccato dover affrontare questi problemi ora”

Il pilota francese ha definito il ritiro durante la prima gara del Mondiale come una vera e propria rottura di scatole e si è dimostrato fiducioso ma allo stesso tempo preoccupato per il futuro del matrimonio Toro Rosso – Honda

Topics

Se durante i test invernali i problemi della Honda sembravano essere svaniti, l’inizio del Mondiale 2018 non ha riservato alla casa giapponese e al team Toro Rosso la stessa fortuna.

Dopo soli 13 giri, infatti, Pierre Gasly ha dovuto abbandonare la gara dopo aver accusato un problema alla MGU-H: come riporta Motorsport.com, Gasly e la Toro Rosso si sono detti molto delusi da quanto accaduto soprattutto perché, dopo le buone prestazioni ottenute a Barcellona, la scuderia non pensava di dover affrontare sin dal primo momento questo tipo di problematiche.

Il pilota francese l’ha definito come una fatto snervante, non solo perché si trattava della prima gara del 2018, ma anche perché proprio da quest’anno le power unit disponibili per ciascun team sono solamente tre.

“Non ho intenzione di mentire: è sicuramente una bella rottura di scatole, ma cercheremo di adattarci e di rendere la situazione più gestibile già dalle prossime gare, anche se penso che questo regolamento sia duro per tutti. È comunque un peccato dover affrontare i problemi ora, avrei preferito averli nell’ultima giornata di test e che poi tutto fosse andato per il verso giusto in gara”.

Tuttavia, nonostante gli inconvenienti, Gasly ha cercato comunque di apparire fiducioso nei confronti del futuro di Toro Rosso e Honda, anche perché il Mondiale è appena cominciato e i weekend di gara, così come le occasioni per migliorare, sono ancora molti.

Resta il fatto, però, che alla prima gara stagionale la scuderia si è dovuta ritirare per via di un problema al motore e, anche se la Honda non ha ancora ufficializzato i dettagli della problematica, questo non sembrerebbe essere di buon auspicio per il team di Faenza.

Della stessa opinione è anche Gasly che quindi, nonostante il tentativo e la voglia di rimanere ottimisti, è consapevole anche del fatto che non sarà semplice adeguarsi alla nuova motorizzazione, anche se ha ammesso di non volersene preoccupare ora, ma di volersi concentrare già sulla prossima gara.

Topics
Continua la lettura

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Aspetta! C'è dell'altro!