Formula 1 | Ecco i nuovi punteggi per avere accesso alla superlicenza FIA

La FIA ha rivisto il sistema di attribuzione dei punteggi per avere accesso alla tanto agognata superlicenza da pilota di Formula 1

Per arrivare in alto bisogna partire dal basso e fare gavetta: un principio che vale dappertutto, anche in Formula 1, dove per raggiungere l’ambita classe regina è necessario farsi le ossa con le cosiddette “serie minori”.
Attraverso i Campionati di Formula 2, Formula 3 Europea, Formula E e tanti altri, infatti, coloro che arrivano nei primi posti alla fine della stagione vanno ad accumulare dei punti, che devono essere pari a 40 per ottenere la tanto agognata superlicenza da pilota di F1.

Una regola che rimarrà invariata per il prossimo futuro, per il quale, invece, saranno diversi i punteggi che le giovani leve del Circus iridato potranno ottenere nelle varie classi minori: al momento la via maestra per raggiungere la classe regina rimane ancora la Formula 2, che attribuirà 40 punti ai primi tre classificati e garantirà loro un passaggio diretto verso le monoposto più ambite del mondo.

La Formula 3 Europea, invece, dal prossimo anno non premierà più il vincitore di stagione con il massimo punteggio, ma piuttosto con 30 punti, che scenderanno a 25 per il secondo, a 20 per il terzo e via discorrendo. Stessa attribuzione anche per la Formula E, mentre la GP3, il WEC (classe prototipi LMP1), la Super Formula e la Formula V8 garantiranno un punteggio massimo di 25 punti al Campione dell’anno corrente.

Nonostante questa “decurtazione” nel sistema di attribuzione dei punteggi che renderà la vita molto più difficile a tutti coloro che ambiscono a un sedile in Formula 1, dalla prossima stagione ci saranno anche altri Campionati in grado di fornire punti utili a tale scopo.
Tra questi la classe prototipi LMP2, quella LMGT-Pro e Am del WEC, le serie Asiatica ed Europea delle Le Mans Series, le serie IMSA (prototipi e GTLM), la serie GT giapponese, la NASCAR CUP e la International GT3 Series.

Ecco i nuovi punteggi per avere accesso alla superlicenza FIA

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.