Dichiarazioni

Formula 1| Nico Rosberg: “L’incidente è una questione del passato”

Nico Rosberg è arrivato a Montecarlo da padrone di casa e del campionato. Ora però deve dimostrare di aver messo totalmente da parte l’incidente con il compagno di squadra Lewis Hamilton, cercando in pista di essere più forte di tutti i rivali. Il Gran Premio di Monaco è il Gran Premio più atteso dell’anno per Nico Rosberg. Il pilota tedesco è cresciuto tra le stradine del Principato ed ha già dimostrato di avere una marcia in più, quando si tratta di sfrecciare tra i muretti ed i tombini più eleganti del globo, avendo già conquistato le ultime tre edizioni della gara di Montecarlo. Per la prima volta il pilota tedesco si presenta in Costa Azzurra da leader del Mondiale, perciò deve cercare a tutti i costi il quarto successo di fila: “E’ la mia gara di casa, vivo proprio di fronte a questo posto, perciò per me se c’è una gara da vincere è proprio questa, la più speciale! Sono consapevole che quattro vittorie consecutive qui le ha ottenute soltanto Ayrton Senna, ma ciò che voglio è vincere perchè adoro farlo, specialmente qui”.

Ma l’oggetto principale della conferenza stampa è ancora l’incidente spagnolo con il compagno di squadra, Lewis Hamilton: “E’ una questione del passato – ha spiegato Nico Rosberg – perciò non ne parliamo più. L’abbiamo superata e guardiamo avanti, concentrandoci su Monaco”. Il pilota tedesco sembrava a tratti infastidito dalle continue domande sull’accaduto ed ha continuato affermando: “il rapporto con Lewis è quello di prima, nulla è cambiato tra noi e non credo che penseremo ancora a Barcellona. Abbiamo parlato all’interno del team su coe approcciare questo tipo di situazioni, ma non vi è stata nessuna discussione personale e non mi va di tornare ulteriormente su questo fatto. Per quanto mi riguarda, utilizzerò lo stesso approccio di sempre, spingendo al massimo per vincere questo Gran Premio”.

Nico Rosberg ha anche chiarito le ragioni del problema in curva 3, che hanno di fatto attirato l’attacco di Lewis Hamilton: “Il manettino non era messo nella posizione giusta ed era compito mio fare in modo che lo fosse. Non c’è molto altro da aggiungere al riguardo, ci sono parecchie cose da tenere a mente e bisogna cercare di fare tutto correttamente”. Infine sull’utilizzo delle gomme ultrasoft che vedranno il debutto stagionale in questa gara, ha affermato: “Sarà come una gomma da qualifica, credo che ci saranno tempi sul giro molto più veloci”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button