2018Formula 1Gran Premio Italia

Formula 1 | Monza cerca finanziatori per rifarsi il look in vista del centenario

Per il circuito di Monza si parla di un investimento da 100 milioni di euro. Nel progetto è previsto il ritorno alla vecchia Lesmo 2

Topics

Il circuito di Monza ha voglia di mostrarsi al meglio della forma in vista del suo centenario, che verrà festeggiato nel 2022. Proprio per non farsi trovare impreparati, la dirigenza dell’impianto brianzolo si starebbe già muovendo per trovare un potenziale investitore visto che, per tutti i lavori di ammodernamento si parla di una cifra vicino ai 100 milioni di euro.

Promotore di questo ambizioso progetto è Angelo Sticchi Damiani, presidente di ACI e azionista di maggioranza della Sias, che vorrebbe strappare a Liberty Media un contratto a lungo termine per fare in modo che la Formula 1 possa rimanere a Monza e giustificare così i lavori in previsione del 2022: “I soldi in qualche modo li troveremo – ha raccontato Sticchi Damiani nel corso di un’intervista rilasciata ai colleghi della Gazzetta dello Sport – La convenzione, che comprende anche l’affitto pagato annualmente da Sias, scadrà tra due anni e quello che stiamo cercando di ottenere è un accordo a lungo termine per giustificare un simile investimento“.

formula 1 monza 002
Foto: La Gazzetta dello Sport

Le modifiche che saranno inserite all’interno del piano di ammodernamento serviranno per standardizzare l’impianto brianzolo in linea con gli altri circuiti. Sicuramente uno degli interventi di maggiore entità riguarderà l’allargamento di tutta la pista a dodici metri, come espressamente richiesto dalla FIA, anche se rappresenterà un vero e proprio problema essendo il tracciato all’interno di un parco.
Inoltre il piano prevede l’eliminazione della prima e seconda variante andando così a riportare al disegno originale della seconda curva di Lesmo, modificata proprio nel 1994 a seguito della morte a Imola di Ayrton Senna, la costruzione di nuovi accessi al paddock tramite sottopassi, la ricostruzione della tribuna centrale (che risale agli anni ’40 oltre che il riutilizzo dell’anello di alta velocità.

A fare paura a Sticchi Damiani è il contratto con Liberty Media, in scadenza nel 2020, che permetterebbe a Monza di continuare a ospitare il Mondiale di Formula 1: “A settembre c’è stato un vertice in Regione, c’era l’accordo ma, ad oggi, sono passati tre mesi e l’unico segnale che ci è arrivato è stato lo stanziamento di 15 milioni di euro, importantissimo in ogni caso – ha continuato – Dobbiamo stringere i tempi perché senza la nuova convenzione come facciamo a chiudere l’accordo con Liberty?”.

Un progetto importante per l’Autrodromo di Monza che al momento però sembra essere veramente duro a compiersi. I regolamenti della Formula 1 attuale imporrebbero determinati interventi e potrebbe essere proprio la burocrazia italiana a far perdere il Gran Premio di Formula 1 a Monza.

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Altri articoli interessanti

Back to top button