2018Gran Premio Monaco

Formula 1 | Mercedes teme il tortuoso circuito di Monaco

I risultati dello scorso anno mettono in guardia la Mercedes che torna sul circuito di Monaco con sensazioni poco positive: Red Bull e Ferrari sembrano partire con i favori del pronostico nel Gran Premio che si svolgerà nel weekend

Topics

Visti i risultati dello scorso anno, dove Mercedes chiude con entrambe le vetture giù dal podio, Valtteri Bottas in quarta posizione e Lewis Hamilton in settima. Neanche quest’anno il Gran Premio di Monaco dovrebbe favorire le vetture della casa della Stella a Tre Punte ed è lo stesso Toto Wolff a mettere in guardia gli addetti ai lavori.

Mentre le curve veloci ed i lunghi rettilinei paiono favorire la Mercedes, è ormai risaputo che i tratti lenti e tortuosi non ne esaltano le caratteristiche: Sono maledettamente preoccupatoha esordito Toto Wolff. “Negli ultimi anni abbiamo visto che c’erano sempre circuiti adatti a noi, ed alcuni sui quali non eravamo perfetti, senza una chiara nessuna ragione.”

È molto difficile cambiare il DNA di una macchina e Monaco, Budapest, Singapore erano tutte piste in cui abbiamo avuto una prestazione al disotto di quanto solitamente abbiamo fatto l’anno scorso. È una grande sfida per noi tornare quest’anno e domare la ‘diva’ che in realtà non è una diva quest’anno, si sta comportando meglio. È però difficile dire perché la nostra macchina non ama le curve di Monaco, non l’abbiamo ancora scoperto”.

Stessa preoccupazione condivisa da Lewis Hamilton, che evidenzia la grande competitività della Red Bull nel tratto più lento del circuito di Barcellona e di conseguenza più simile al prossimo GP di Monaco: “Monaco sarà una sfida seria” ha detto. Gli altri saranno difficili da battere: se guardi Daniel Ricciardo (in Spagna n.d.r.) è stato molto più veloce nell’ultimo settore e l’ultimo settore è tutto downforce, quindi saranno rapidi a Monaco e molto difficili da battere.”

“Anche a Montreal, dove è molto, molto difficile ottenere la temperatura nelle gomme, saranno necessari diversi giri per far raggiungere la corretta temperature agli pneumatici. Quindi le gare che stanno arrivando saranno impegnative, non penso che sarà chiaro come lo è stato (in Spagna n.d.r.) ad ogni singola gara”.

“È difficile dire quanto saremo competitivi lì visto che le prestazioni tra le squadre sono cambiate molto durante i weekend”, ha invece detto Valtteri Bottas. “Sappiamo che potrebbe non essere il massimo per noi, come nell’ultimo weekend la Red Bull è stata molto veloce nell’ultimo settore che è un tratto di tutte curve tortuose, ed è proprio questo che a Monaco ci aspetterà.”

Penso che la Red Bull sarà forte ma la Ferrari è stata in pole l’anno scorso, quindi non sarà un weekend facile. Se continuiamo a spingere ed a imparare, possiamo sperare di avere un buon weekend e una buona macchina per le qualifiche, perché saranno davvero importante.”

Topics
Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button