2018

Formula 1 | Mercedes pronta a dare ordini di scuderia dopo Monza

La Mercedes sta valutando di puntare tutto su Hamilton per concentrarsi ulteriormente sulla lotta mondiale con la Ferrari

Topics

La vittoria della Ferrari e di Vettel a Spa ha messo un po’ tutti in allarme in casa Mercedes. Anche se il team tedesco non ha mai nascosto di considerare entrambi i propri piloti sullo stesso piano, le cose potrebbero cambiare molto presto, forse già dopo il prossimo Gran Premio d’Italia.

Toto Wolff, boss della Mercedes, non ha escluso la possibilità di iniziare ad utilizzare i tanto denigrati ordini di scuderia per concentrarsi ulteriormente sulla lotta mondiale con la Ferrari: “Vedremo dopo l’appuntamento di Monza come evolve la situazione. Solamente a termine della gara decideremo se concentrare le nostre forze su un solo pilota. Sarà una decisione molto pensata perché è qualcosa che va contro i miei ideali, una cosa che non abbiamo mai fatto prima d’ora e della quale non abbiamo ancora discusso“, ha raccontato il manager austriaco.

Quando mancano ancora otto gare da disputarsi, e un totale di praticamente quasi 200 punti da essere suddiviso, Lewis Hamilton guida la classifica piloti con 231 punti con Vettel che segue il pilota inglese a 17 lunghezze mentre Bottas attualmente deve fare i conti con un ritardo di 86 punti dal suo compagno di squadra e leader del Mondiale.
In un certo senso la vittoria del ferrarista in Belgio ha rimesso tutto in discussione e potrebbe portare il pilota finlandese relegato a un ruolo marginale per quanto concernente al Mondiale: “Non sono abbastanza sicuro che la Mercedes abbia margine sufficiente pensando al termine della stagione – ha continuato – Incontreremo alcuni tracciati che maggiormente s’addicono alla nostra monoposto ed altri meno come quello di Singapore e del Messico. È un dato di fatto. Tuttavia mancano ancora otto gare al termine del Mondiale con molti punti da distribuire e questo non è il momento per questo tipo di domande“, ha concluso.

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.