2018

Formula 1 | Il motore Renault potrebbe far tornare la McLaren sul podio

Secondo Zak Brown, la motorizzazione Renault potrebbe essere un’occasione d’oro per il team di Woking: la squadra, infatti, nel 2018 punta a combattere per il podio e a tornare a vincere

Topics

Secondo il direttore esecutivo della McLaren, Zak Brown, nel 2018 il team avrà la possibilità di tornare a vincere, grazie alla motorizzazione firmata Renault.

La squadra di Woking, infatti, non vince dal Gran Premio del Brasile del 2012 e dopo tre anni di disastrosa relazione con la giapponese Honda, per il team è giunto il momento di tornare alla ribalta e sfruttare l’occasione del nuovo motore per tornare a lottare per il podio.

In realtà, a Dicembre, Toto Wolff aveva dichiarato che il team Mercedes era disposto a offrire le proprie power unit al team inglese, ma l’ipotetico accordo era poi fallito a causa delle tempistiche ristrette che avevano impedito alla Mercedes di gestire l’entrata di un nuovo cliente da rifornire.

Inoltre, nonostante il passaggio da Honda a Renault abbia causato un ritardo di circa due settimane nella preparazione del team in vista della prossima stagione, Brown si è detto comunque positivo ed è fiducioso che la McLaren possa tornare a ottenere risultati migliori.

“È un pacchetto completo: piloti, team, telaio, power unit. Siamo emozionati e ben preparati e pensiamo di avere gli strumenti di cui abbiamo bisogno. Il podio, quindi, sarà sicuramente quello per cui combatteremo, sia che si tratti del terzo, secondo o primo posto”.

Brown, inoltre, si è espresso anche in merito a quello che la Formula 1 potrebbe regalare ai fan e spera che il 2018 porti con sé maggiore intrattenimento e uno scenario più competitivo, consentendo a più squadre di poter combattere per la vittoria.

“Quello che vorremmo nei prossimi anni è uno scenario più ampio: vogliamo che quando i fan si sintonizzano su un Gran Premio, non lo vedano limitato a uno o due piloti, ma possano scegliere tra otto o nove piloti. Spero che il 2018 possa essere l’anno di inizio per vedere altre squadre lottare per la vittoria”.

  

Topics
Continua la lettura

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Aspetta! C'è dell'altro!