DichiarazioniGran Premio SingaporePress Area

Formula 1 | GP Singapore, Lewis Hamilton: “Nico ha mostrato il nostro vero potenziale”

Lewis Hamilton non è andato oltre il terzo tempo nel Q3 a Singapore, dove il suo compagno di squadra Rosberg ha conquistato la pole

Un Lewis Hamilton decisamente sottotono scatterà dalla terza casella domani al GP di Singapore, dove è stato battuto da Nico Rosberg di oltre sette decimi.

Il campione del Mondo con un vantaggio vacillante sull’arrembante tedesco, ha oggi compiuto numerose sbavature nel corso del proprio hot lap, dimostrando comunque di essere superiore a una Red Bull e alla Ferrari, quinta con Kimi Raikkonen.

“Non è stata una sessione frustrante, solo che non è stato il mio weekend finora. Non sono stato in grado di mettere insieme dei buoni giri in pista e oggi è andata così. Nico ha fatto un ottimo lavoro nel mostrare il vero potenziale della vettura e domani spero di recuperare almeno una posizione per il team” ha dichiarato Hamilton, consapevole degli errori commessi nel corso della qualifica.

Nico Rosberg è ovviamente il favorito per la vittoria, fattore che lo porterebbe a superare Hamilton nella leadership del Mondiale. Tuttavia l’inglese spera nell’insolita natura del gran premio di Singapore, dove la percentuale di safety car è del 100% per ogni gara. Qui inoltre, proprio nella giornata di ieri, Rosberg è andato contro le barriere in un punto in cui è molto facile sbagliare, la curva 18.

“Sono stato un po’ sottotono per tutto l’anno. Non c’è molta differenza per me e farò del mio meglio da qui ed è una pista in cui è molto difficile superare, ma di solito ci sono molte safety car in questo gran premio quindi possono succedere molte cose”. 

Oltre alle difficoltà odierne, la FP2 di Lewis Hamilton ieri è terminata in anticipo a causa di un problema idraulico, pertanto il campione del Mondo non ha potuto testare il passo gara con i long run.

“In realtà non ho prestato attenzione ai long run e ovviamente non ne ho fatti ieri, quindi non so se Nico abbia fatto dei run e le nostre macchine presentino assetti diversi. Non penso che la nostra macchina sia in una posizione sfavorevole, ma lo scoprirò domani per la prima volta” ha concluso.

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 20 anni e faccio parte di F1World da 4 anni. Ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre e ora studio lingue a Ca Foscari. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button