2018Formula 1Gran Premio Italia

Formula 1 | GP Italia 2018, Alonso: “Domani potrò lottare per la zona punti”

Il pilota spagnolo commenta la sua tredicesima posizione ottenuta in qualifica stamane e come potrebbe andare la gara domani. Alonso, inoltre, spiega anche lo scontro con Magnussen in Q2.

Topics

Ultima qualifica di Fernando Alonso a Monza conclusa con la tredicesima posizione. Il pilota spagnolo è rimasta soddisfatto dalla prestazione del team McLaren, perché grazie a tale base in gara si potrà lottare per la zona punti.

Il due volte campione del mondo spagnolo non era molto fiducioso per le qualifiche di questo pomeriggio, poiché durante le prime prove libere la MCL33 non sembrava molto competitiva. Oggi, invece, grazie al cambiamento del setup la monoposto è migliorata e lo conferma lo stesso Fernando.

“Dopo le scarse prestazioni di ieri ci aspettavamo un Q1 difficile, ma il team ha apportato molti cambiamenti durante la notte e oggi la macchina è stata più veloce. Partire domani in tredicesima posizione è una bella sorpresa, e impensabile un paio di ore fa.”

La più grande preoccupazione dello spagnolo è il rendimento altalenante della Mclaren. Quindi la paura di Alonso è il fare una gara con una macchina non competitiva, non potendo così lottare per la top ten.

“Sono un po ‘preoccupato domani. Vediamo come va. Iniziamo in una posizione vicina ai punti, quindi con una buona partenza e una buona strategia tutto può accadere.”

Scontro Alonso Magnussen

Oggi però Alonso è stato protagonista di una sfida accesa con Magnussen in Q2. Il pilota danese ha voluto superare il pilota McLaren in curva 1, ma si sono quasi presi a sportellate per fare per prima tale curva. Risultato? Entrambi hanno perso tempo e sono rimasti fuori dalla Q3.

GP Italia 2018, Alonso: "Domani potrò lottare per la zona punti"

“Alla fine della Q2, abbiamo avuto una strana situazione. Eravamo un po ‘di macchine insieme nel giro di uscita, cercando di trovare il divario tra loro e cercando di preparare le gomme. All’ultimo momento, all’interno della Parabolica, Kevin Magnussen ha deciso di sorpassarmi e colmare il vuoto tra la mia macchina e l’auto di fronte a me. In Parabolica normalmente si avvia l’out-lap e si inizia ad accelerare, ma siamo arrivati ​​insieme alla prima curva e entrambi abbiamo perso il giro.

“Non cambia molto per me, perché penso che la posizione in cui mi trovo sia ciò che merito, ma sicuramente per lui è un peccato perché potrebbe essere in Q3, guardando la posizione del suo compagno di squadra”.

Topics
Pubblicità

Nicoletta Floris

Studentessa di economia appassionata al mondo del motorsport (specialmente Formula 1 e MotoGP). Blogger della pagina Instagram laragazzadelmotorsport.

Altri articoli interessanti