DichiarazioniGran Premio Giappone

Formula 1 | GP Giappone 2016, Jenson Button: “Terribile lottare con le Manor”

Poca fortuna per la McLaren Honda nel GP Giappone, che vede Fernando Alonso 16° e Jenson Button 18° dopo avere faticato per sopravanzare le Manor

La classifica dice che il GP Giappone si è concluso con un 16° posto per Fernando Alonso e un 18° per Jenson Button. Mentre Fernando faticava a contenere gli attacchi della Toro Rosso di Sainz (il cui motore Ferrari è quello dell’anno scorso), il pilota britannico si ritrovava alle prese con le Manor di Wehrlein ed Ocon, dopo una partenza disastrosa che l’aveva fatto precipitare in ultima posizione.

Il sorpasso sulle Manor avrebbe dovuto essere una formalità, invece Jenson ha avuto vita difficile nel cercare di superare i due esordienti Wehrlein ed Ocon. Momenti che difficilmente Jenson Button riuscirà a dimenticare: “È stato terribile, un’esperienza bruttissima. Ho avuto una pessima partenza, le gomme hanno slittato appena ho rilasciato la frizione e così mi sono ritrovato in fondo al gruppo. A quel punto dovevo superare le Manor, ma è stato difficilissimo. Va detto che io montavo le Hard mentre loro avevano le Soft, ma non mi aspettavo di faticare così tanto per superarli”.

La gara di Button, così come quella di Alonso, è continuata con poche soddisfazioni. Anzi, il risultato finale è stato pure peggiore di quello del 2015, quando Alonso bollava la power unit Honda come un motore da GP2. Dodici mesi fa, almeno, Fernando chiuse undicesimo ai margini della zona punti. Stavolta nemmeno quello.

Un risultato orribile – ha continuato Jenson Button –, una McLaren non dovrebbe mai lottare contro le Manor. Siamo arrivati lontanissimi dalla zona punti, in un Gran Premio che per noi rappresenta la seconda gara di casa dopo l’Inghilterra”. Anche in una giornata difficile, però, c’è spazio per un po’ di ottimismo in vista delle prossime gare. Button ha voluto concludere così: “Stavolta siamo andati male, ma è anche vero che nessuno si aspettava che finissimo così avanti a Spa e a Sepang. Penso che alla prossima gara tutto tornerà come prima e noi saremo di nuovo competitivi”.

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button