2018Dichiarazioni dei PilotiGran Premio Germania

Formula 1 | GP Germania 2018: Un venerdì in chiaro-scuro per la Ferrari

La quarta e la quinta posizione non valorizzano il venerdì delle Ferrari: l’ottimo passo gara lascia ben sperare per domenica

Topics

Nonostante l’esser rimasti fuori dalle prime tre posizioni in entrambe le sessioni, si può definire un venerdì positivo per la Ferrari sul tracciato tedesco di Hockenheim. La difficoltà nel mettere assieme il miglior giro è stata compensata da un ottimo passo gara, a livello ed a tratti superiore a quello di Mercedes.

La chiave di volte del weekend sembra essere la gomma ultrasoft. Se in qualifica offre più grip e conseguentemente la possibilità di migliorare il proprio lap time, sul passo gara si è dimostrata poco consistente, anche a causa dei 50 gradi d’asfalto. Per domani incognita meteo, in quanto la pioggia potrebbe interessare il circuito e vanificare gli assetti cercati nella giornata odierna.

“La macchina è andata bene oggi, è stato un venerdì normale – ha commentato Seb. “Abbiamo provato un po’ di tutto. Credo che abbiamo fatto una buona scelta con le mescole oggi. Ora dobbiamo scoprire come abbiamo lavorato rispetto agli altri, ma credo che, sebbene si possa ancora migliorare nel tempo sul giro, la macchina vada bene.”

“Penso che le temperature elevate di oggi possano avere un impatto in qualche modo, ma non sappiamo esattamente come sarà il tempo. Domani dovrebbe piovere, ma domenica ci aspettiamo che sia di nuovo asciutto. Oggi è stato davvero bello vedere tante bandiere Ferrari qui, è fantastico vedere così tanti tifosi!

“Il venerdì è l’unico giorno che possiamo utilizzare come test – ha detto Raikkonen – provando diverse cose e varie soluzioni. E’ stato un giorno normale e più tardi in serata faremo un’analisi di ciò che abbiamo imparato oggi e metteremo insieme i vari punti per le qualifiche.”

“Domani le condizioni potrebbero essere diverse da quelle di oggi e più difficili. Sarà più simile all’Austria, con le gomme come fattore limitante, e chiunque riuscirà a gestirle al meglio ne avrà un certo vantaggio. Finora siamo stati forti nella maggior parte dei circuiti, per cui vedremo adesso come andrà qui.”

Topics
Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti