Curiosità dalla F1Gran Premio Spagna

Formula 1 | Ferrari, Vettel minimizza la pressione di Marchionne: «Si preoccupa per noi»

Dopo un inizio di anno alterato da troppi errori e problemi di affidabilità se la Ferrari non vuole perdere troppo terreno dalla Mercedes dal Gran Premio di Spagna deve dare una svolta alla sua stagione. Il Presidente del Cavallino Rampante, Sergio Marchionne, ha le idee ben chiare e vuole che la Ferrari nelle prossime gare possa portare a casa almeno un paio di vittorie. Dichiarazioni che, tenendo conto dell’atmosfera tesa che avvolge gli ambienti di Maranello rischia di allontanare i risultati sperati, anche se Sebastian Vettel non la vede così.

Secondo il pilota tedesco della Ferrari la pressione esercitata da Marchionne è positiva: «È bello vedere che si preoccupa per la squadra, che è deluso e frustrato quanto noi visto che non siamo riusciti a raggiungere i risultati che ci eravamo prefissati – ha commentato il 28enne di Heppenheim – Io vedo il suo atteggiamento come qualcosa di positivo anche se i media la definiscono pressione». Ma vincere in Spagna, come vorrebbe il Presidente Marchionne, non potrebbe essere poi così facile visto che quella di Montmelò non è una delle piste alleate della Ferrari che, col suo asfalto abrasivo, obbliga la Pirelli a portare le mescole più dure, le più difficili da usare per la Rossa.

Mancano ancora 17 gare alla fine della stagione e il calendario è tutto dalla parte della Ferrari ma dopo quattro gare il rollino di marcia del Cavallino Rampante è impietoso con 81 punti di ritardo dalla Mercedes, mentre Raikkonen è a 57 punti da Rosberg e Vettel addirittura a 67.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio