2018Dichiarazioni dei PilotiFormula 1Gran Premio Singapore

Formula 1 | Fernando Alonso: “Farò ciò che mi renderà felice!”

Fernando Alonso non ha ancora confermato il suo programma sportivo per il 2019, ma ha scartato la Nascar come il prossimo capitolo della sua carriera. Prima di arrivare a Singapore lo spagnolo ha testato una vettura IndyCar del team Andretti in Alabama. Sul fronte sportivo, spera che le caratteristiche di Marina Bay lo beneficino e si rammarica del fatto che Vandoorne non abbia un sedile in Formula 1 per la prossima stagione

Topics

Fernando Alonso spera di decidere cosa farà per quel che riguarda il suo futuro professionale entro un mese, al fine di determinare quale programma sportivo effettuare la prossima stagione, dopo aver annunciato quasi un mese fa il ritiro dalla Formula 1. Il pilota spagnolo oltre a disputare il WEC ha sul tavolo la possibilità di essere coinvolto a tempo pieno in IndyCar, dove la McLaren ha la possibilità di entrare con la propria squadra come associata di Andretti. Fernando Alonso è stato una settimana fa al circuito Barber in Alabama, dove ha testato per la prima volta una vettura americana su un circuito stradale. Tale esperienza l’ha soddisfatto egregiamente.

Sebbene abbia già detto di avere un piano in mente, Fernando Alonso preferisce aspettare prima di trarre le ultime conclusioni per poi annunciare ciò che farà del suo futuro. A riguardo ha dichiarato: “Ciò che farò dipenderà da ciò che mi rende felice, cercherò di fare qualcosa di speciale per essere il miglior pilota dell’intero Motorsport, non solo in Formula 1. Sto ancora esplorando alcune possibilità. Spero di poter decidere al massimo entro un mese. Il test effettuato per l’IndyCar non è determinante nella mia scelta. Non mi precludo nulla, anzi sceglierò con attenzione”.

A proposito del suo test in IndyCar ha affermato: “Anche qui in Formula 1 sorrido, ma di solito le persone che mi fotografano sorridente al WEC o all’indyCar, dicono che non mi vedono sorridere da tanto tempo. E’ stato bello fare il test, mi sono divertito, ma ora sono tornato qui”. Ieri, la McLaren ha reso pubblico un video in cui Fernando Alonso parla al telefono con il campione NASCAR Jimmie Johnson. In passato, lo spagnolo ha mostrato interesse anche per questo tipo di competizione.

È attratto dalla Daytona 500, anche se non si vede a tempo pieno nella categoria, infatti ha dichiarato: “La Daytona 500 è una gara iconica, una di quelle che sono veramente importanti nel Motorsport, quel genere di eventi che hanno un fascino strabiliante, non vedo NASCAR come il prossimo capitolo della mia carriera, seppur è attraente, ma ha cose nuove che non ho mai provato in auto, non ho informazioni sul campionato e le sue regole, quindi giudicare è difficile, vedremo cosa succederà”.

Fernando Alonso a Singapore affronterà un Gran Premio che gli piace parecchio, in un circuito che dovrebbe aiutare a compensare le carenze della sua McLaren MCL33. Ma anche così, non si fa tante illusioni. “Vedremo come funziona, la verità è che qui sono sempre andato abbastanza bene, cinque podi in dieci gare, quindi ho il 50% di possibilità di salire sul podio di domenica”, ha detto scherzando. “Vedremo come andrà, sarà un fine settimana difficile, le ultime gare non sono andate molto bene, speriamo di essere nuovamente competitivi su un circuito con meno rettilinei. Non penso che sia l’ultima grande occasione della stagione, in ogni gara avremo qualche opportunità, e normalmente saranno quelle gare piene di colpi di scena in cui dovremmo essere bravi ad approfittare di tutto. Sicuramente sarà un weekend migliore di Spa-Francorchamps e Monza, ma non penso che sia l’ultima possibilità” ha così proseguito.

Il ritiro dal Gran Premio d’Italia non ha compromesso i componenti della sua vettura, perciò ha affermato: “No, non influenzerà nulla, in quanto non abbiamo danneggiato nulla a Monza, siamo a corto di parti del motore, soprattutto a causa dell’incidente di Spa-Francorchamps, ma non per quello che è successo in Italia. L’importante è non avere sanzioni, perché partire da dietro in un circuito cittadino significherebbe pagare un prezzo altissimo”. Ha anche risposto a Pierre Gasly, che a Monza ha detto che lo spagnolo sta gareggiando in modo più aggressivo in queste ultime gare, da quando ha annunciato il suo ritiro. “No, penso di essere stato più aggressivo quando ho combattuto per i titoli iridati, ma in quei periodi Pierre correva in kart”, ha dichiarato.

Fernando Alonso si è inoltre rammaricato che il suo attuale compagno di squadra, il belga Stoffel Vandoorne, non abbia un sedile per la prossima stagione. Crede che questo sia il sintomo dei mali della Formula 1, perciò ha affermato: “Questo fa parte della Formula 1. Si tratta di una situazione molto spiacevole per lui. Charles Leclerc e Stoffel Vandoorne hanno dominato nella Formula 2, e ora uno sarà alla Ferrari e l’altro non continuerà con la McLaren l’anno prossimo. Occorre avere tanta fortuna con la vettura e spero che presto Stoffel riesca a trovare un buon posto in Formula 1 perché penso che abbia dimostrato di avere un gran talento”.

Ciò non significa che non crede nella nuova formazione della McLaren. Gli piace il duo che formeranno Carlos Sainz e Lando Norris, infatti ha così dichiarato: “Ovviamente vedono qualcosa in più in Lando Norris e spero che con Carlos Sainz siano una buona squadra e che la vettura sia competitiva. Quando la monoposto è competitiva, tutti sono in una posizione migliore. E’ una grande opportunità per entrambi. Si trovano in una delle migliori squadre di Formula 1 ed è un bene che i giovani piloti di talento abbiano la possibilità di brillare in Formula 1. Gli auguro ogni bene e cercherò di aiutare specialmente Lando nel suo sbarco in questo mondo, e poi dipenderà dal suo talento per quel che riguarda il lavoro che farà il prossimo anno, ma penso che questo sarà fantastico sia per lui e sia per la squadra”.

Fernando Alonso ha anche commentato lo scambio di piloti tra Ferrari e Sauber, con l’ascesa di Charles Leclerc in Ferrari e il ritorno di Kimi Raikkonen in Sauber. L’asturiano ha preferito non valutare l’operazione, anche se augura tanta fortuna ad entrambi. “Non so esattamente quali siano le decisioni dietro a tutto ciò o quale sia stato il ragionamento, la squadra ha deciso di cambiare Kimi per Charles, e penso che sia una grande opportunità per Charles. Gli auguro il meglio per gli anni a venire, penso che abbia un bel talento, lo ha dimostrato in altre categorie, ha del potenziale, ora, con fortuna e con questa opportunità, sarà in grado di brillare. Riguardo a Kimi, penso che sia difficile avere un’opinione dall’esterno, ma gli auguro il meglio”.

Topics
Pubblicità

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Altri articoli interessanti