2018Curiosità dalla F1Dichiarazioni dei Piloti

Formula 1 | Fernando Alonso contrario all’estensione della zona punti!

Secondo Fernando Alonso la maggiore distribuzione dei punti eliminerebbe i momenti magici della Formula 1, perciò solo i primi dieci piloti dovrebbero continuare ad avere l’esclusività di ottenere i punti

Topics

Fernando Alonso non è sicuro del fatto che un cambiamento nel sistema dei punti sia quello di cui ha bisogno la Formula 1 attualmente. Durante il weekend del Gran Premio di Gran Bretagna, si è appreso che durante l’ultima riunione dello Strategy Group è stato proposto di espandere la zona punti ai primi quindici, anziché ai primi dieci come si fa con l’attuale sistema. Essere undicesimo è la stessa cosa di finire la gara al ventesimo posto? Secondo il sistema di punti che esiste dal 2010 no, ed ecco da dove nasce il dibattito. Secondo Raymond Blancafort, se la distribuzione dei punti raggiunge più piloti, sarebbe una buona notizia per i team di centro gruppo, però non tutti sono d’accordo con questa proposta.

Ad esempio, Fernando Alonso adora l’attuale sistema ed è convinto che il fatto che solo i primi dieci piloti ottengano i punti sia un traguardo che debba rimanere esclusivo per i più meritevoli, seppur questo potrebbe essere uno stimolo in più per combattere e dare il massimo ogni fine settimana. Ma continuando ad utilizzare il vecchio sistema, secondo lo spagnolo rimane intatto il vero spirito della competizione. “Solo i piloti migliori dovrebbero conquistare i punti e quindi anche ottenerne soltanto deve continuare ad essere difficile, perciò non modificherei l’attuale sistema di assegnazione dei punti” ha così affermato Fernando Alonso.

“Ricordo quando Jules Bianchi ottenne la nona posizione a Monaco è stato come un miracolo, visto il mezzo a disposizione e un grande momento per il nostro sport. Accetto tutte le decisioni, anche se alcune non le condivido. Voglio solo il meglio per questo sport”, ha così proseguito il due volte Campione del Mondo. Il sistema di punteggio in Formula 1 ha subito numerosi cambiamenti nel corso della storia di questo sport. Nelle prime stagioni, solo i primi cinque e l’autore del giro veloce ottenevano dei punti. A partire dal 1960 li ottenevano anche i piloti che tagliavano il traguardo in sesta posizione. Tra il 2003 e il 2009 le posizioni che permettevano di ottenere punti sono state estese a otto e dal 2010 abbiamo il sistema attuale.

Nonostante Fernando Alonso non sia d’accordo ad estendere l’assegnazione dei punti fino al quindicesimo, ci sono persone come il Team Principal della Haas, Guenther Steiner che invece sembra d’accordo ed infatti a riguardo ha dichiarato: “Sarebbe bello estendere l’assegnazione fino al quindicesimo posto e secondo me non cambierebbe niente, anche se il mio lavoro non è certo fare questi calcoli. Certo sarei contrario a dare punti a tutti, ma fino al quindicesimo pilota si può fare”.

Topics
Pubblicità

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Altri articoli interessanti