2018

Formula 1 | Christian Horner sugli errori di Verstappen: “Mi ricorda quando avevamo Vettel”

Christian Horner parla degli errori commessi da Verstappen ad inizio campionato, dichiarando che gli ricorda di quando in Red Bull c’era Vettel

Topics

Max Verstappen è stato autore di un contatto con la Ferrari di Sebastian Vettel nelle ultime fasi del Gp Cina disputatosi lo scorso weekend, una settimana dopo uno scontro con la Mercedes di Lewis Hamilton in Bahrain.

Vettel arrivò in Red Bull nel 2009 andando a vincere con la squadra quattro titoli mondiali di Formula 1, ma non tutti si ricordano la stagione 2010 disputata dal tedesco, prima di vincere il suo primo Titolo Mondiale al termine di quel Campionato, costellato da tantissimi errori: si scontrò, facendo fuori il compagno di squadra Mark Webber in Turchia e la McLaren di Jenson Button al Gp Belgio 2010.

A tal proposito Christian Horner, il boss della Red Bull ha parlato di tali episodi, ricordando che ora Max formula 1 horner verstappen ricorda vettelVerstappen sta affrontando la sua seconda completa stagione con la Red Bull, allo stesso modo di Seb in quel periodo: “Sì, ha fatto alcuni errori. Ricordo quando avevamo Sebastian Vettel alla stessa fase della sua carriera, non è una cosa insolita che anche lui abbia fatto degli errori.”

“Penso che Max abbia imparato molto. Lo metterà a frutto per il futuro, per le prossime gare. Il suo talento è estremamente ovvio, la sua audacia e il suo istinto da gara non è in dubbio. Ovviamente è stato troppo impaziente, e di sicuro imparerà da questo, non ne ho assolutamente alcun dubbio,” ha così aggiunto Horner parlando del suo attuale alfiere.

Al termine del Gp Cina, Max Verstappen ha incontrato Vettel per porgli le sue scuse per quanto successo in pista, un gesto che Seb e lo stesso Horner hanno apprezzato: “Ho parlato con lui a fine gara, ha alzato le mani ed è andato a scusarsi con Sebastian, facendolo immediatamente dopo essere scesi dalle proprie monoposto. Dopo la gara ho parlato anche con Sebastian e lui ha riferito di aver apprezzato le scuse di Max.”

Daniel Ricciardo, compagno di squadra di Verstappen ha vinto il Gp Cina, dopo essere partito dalla sesta posizione e una bella rimonta, grazie all’ottima strategia optata dalla Red Bull che ha portato i due piloti ad effettuare i pit stop in occasione della Safety Car, montando le gomme Soft. In quel momento, Daniel era dietro a Verstappen, per poi superarlo quando ha avuto quello scontro con uscita di pista quando ha tentato di superare Hamilton alla Curva 7.

“Max aveva un’aderenza migliore, ha avuto una miglior guida, si è ritrovato fuori dalla pista, con Lewis che non gli ha concesso spazi in quella curva. Hamilton è stato più generoso con Daniel in frenata, e Daniel ha preso il suo tempo di decisione per attaccare in modo diverso rispetto a Max,” ha così spiegato il team boss.

formula 1 horner verstappen ricorda vettelIn conclusione, Christian Horner ha dichiarato che Ricciardo è stato un ottimo punto di riferimento per il pilota Olandese, che gli ha permesso di guadagnare esperienza: Daniel, ora è un pilota formato. Lui è assolutamente al top della sua carriera e penso che lo sia stato negli ultimi due anni. Ha trovato un punto di equilibrio tra esperienza e passo. È uno dei miglior piloti da sorpasso che c’è in giro, e i suoi risultati sono impeccabili. Penso che sia solo in un momento diverso della sua carriera rispetto a Max in questo momento, il quale è ancora molto giovane e fresco e sicuramente prenderà spunto dall’esperienza di Daniel per crescere.”

Topics
Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, classe 1986 residente a Fermo nelle Marche. Le mie passioni sono i cavalli e la Formula 1 che seguo dall'Agosto 1998, avendo così avuto la possibilità di vedere correre un certo Michael Schumacher, che poi diventerà il mio pilota preferito, e quindi la Ferrari, di cui sono tifosa sfegatata. Negli ultimi anni, mi sono appassionata di un altro pilota, Fernando Alonso, che apprezzo molto per le sue doti di guida, talento e il suo modo di approcciare una gara, una nuova avventura impegnandosi al 100%. Il mio sogno è di poterlo incontrare un giorno.

Altri articoli interessanti