DichiarazioniFormula 1

Formula 1: auto più pesanti nel 2021

Per cercare di contenere il più possibile i costi, a partire dal 2021 il peso minimo delle monoposto aumenterà di tre chili

Per cercare di arginare la crisi causata dal blocco imposto dalla pandemia da coronavirus, dal prossimo anno le scuderie di Formula 1 dovranno contenere i costi di ricerca per materiali compositi

La crisi finanziaria generata dal COVID-19 ha portato la Formula 1  a sviluppare una serie di misure contenitive: dallo slittamento dei nuovi regolamenti, al limite del budget cap, passando per il blocco degli sviluppi sulle monoposto. Inoltre, dal 2021 il peso minimo delle vetture salirà ulteriormente,  andando a sfiorare i 750 chilogrammi.

Secondo il portale Race Fans, il peso minimo aumenterà di ben tre chili, dagli attuali 746 a 749. Il motivo di questo aumento di peso è dovuto al palesarsi di nuove preoccupazioni da parte di alcune squadre. Il processo di alleggerimento delle vetture potrebbe portare alla ricerca di materiali più esclusivi, andando a incidere ancor più sulle spese. Inoltre, il nuovo peso minimo risponderebbe alle paure di alcuni team di non essere in grado di creare progetti entro l’attuale limite.

AUTO SEMPRE PIÙ PESANTI, UN DATO DELL’ULTIMA DECADE

Entro il 2022 le monoposto dovrebbero appesantirsi ulteriormente, a causa dell’introduzione delle nuove normative e dei severissimi crash test che verrano effettuati, i quali richiederanno strutture in grado di assorbire impatti più devastanti. Questo nuovo aumento, porterà le auto di Formula 1 a toccare i 778 chili. Negli ultimi sette anni le vetture hanno guadagnato oltre cento kg, con un aumento del 16% dalla fine dell’era dei motori V8.

I piloti in griglia hanno più volte criticato questo aspetto, primo tra tutti il quattro volte iridato Sebastian Vettel, secondo il quale bisognerebbe sacrificare parte del carico aerodinamico per poter guidare auto più leggere. “A mio avviso le macchine sono troppo pesanti. È ridicolo pensare a quanto carico aerodinamico abbiamo, penso che potremmo liberarcene. Non ne abbiamo bisogno e avremmo auto più leggere. In generale avremmo gli stessi tempi sul giro, forse anche più veloci”.

Pubblicità

Alberto Lanzidei

Mi chiamo Alberto, ho 24 anni e la mia passione sono le automobili. Seguo con attenzione il mondo delle corse e in particolare la Formula 1, massima espressione del motorsport. Sin dall'adolescenza il mondo dell'informazione sportiva attirava la mia curiosità, senza immaginare che un giorno ne sarei entrato a far parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati di navigazione, indirizzi IP anonimizzati e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.