DichiarazioniFormula 1

FIA: “Entrambi i direttori di gara positivi al COVID”

Problemi per la Federazione. Il nuovo sistema sta già facendo cilecca?

La FIA ha confermato la positività al COVID di entrambi i direttori di gara. Cosa succede adesso?

I due neo direttori di gara, Wittich e Freitas sono risultati positivi al COVID nelle ultime ore. Niels Wittich ha mantenuto il comando della direzione gara per le prime quattro gare del 2022, inclusa quella appena conclusasi a Imola, ovvero il Gran Premio dell’Emilia Romagna e del Made in Italy. La nuova strategia FIA per questo 2022 è quella di affidare il campionato a più direttori di gara dato che il compito di gestire tutte le gare nelle mani di un’unica persona è stato definito dalla FIA stessa: “Gravoso”.

In realtà la nuova regolamentazione viene direttamente da dicembre 2021 ovvero dopo l’accesissima discussione che ha coinvolto la FIA stessa e il direttore di gara di allora Michael Masi. Oltre a più direttori, è stata anche creata una Var Control Room che, similmente al calcio, dovrà dare supporto ai direttori per prendere le decisioni necessarie in gara e per evitare che una sola persona possa improvvisare, cosa che Masi ha fatto anche se è stato riconosciuto innocente per via dell’eccezionalità della situazione in cui si è trovato.

Chi potrebbe prendere il posto dei due direttori?

Con i due nuovi direttori fuori gioco a meno di 9 giorni dalla prossima tappa del campionato, ovvero il primo GP di Miami del prossimo 6-8 maggio, ci si domanda chi saranno i sostituti. C’è da considerare che i due potrebbero negativizzarsi presto dalla malattia. La FIA si sta già comunque mobilitando per cercare i sostituti e sono spuntati alcuni nomi secondo rumors più o meno affidabili. Il primo nome è quello del consulente Herbie Blash. Blash è attualmente impiegato come figura senior di supervisore ed è anche gli occhi del 12 volte campione del rally di Giordania Mohammed Ben Sulayem, il nuovo presidente FIA. Blash ha presenziato per le prime tre gare targate 2022 mentre non era presente ad Imola perché impegnato nel Campionato Mondiale Superbike con la Yamaha a Assen.

Un altro papabile nome è quello di Colin Haywood, attualmente vicedirettore di gara a Miami. Altri rumors vedono invece Scott Elkins, dato che ha già sostituito Wittich durante il DTM 2022. Il problema in sostanza è che nessuno è realmente preparato a sostenere il ruolo, viste le novità del nuovo anno che non hanno coinvolto solo le monoposto ma anche la direzione stessa. Per fare un esempio, Wittich ha imposto le linee bianche come limite di pista per le prime gare, impedendo di sfruttare nella totalità i cordoli. Un nuovo direttore potrebbe però non essere a conoscenza al 100% di cosa possa effettivamente fare o meno se dovesse imparare un nuovo regolamento in meno di dieci giorni.

GP di Miami a rischio?

La FIA teme un secondo caso Masi. “Non voglio dire che il Gran Premio di Miami sia in dubbio, ma è anche difficile trovare un nome in questa inaspettata circostanza” ha affermato il commentatore di SkySport Craig Slater. “Questi ruoli sono molto specifici, c’è un motivo se ufficialmente sono qualificati solo in due” continua Slater. Michael Masi non è assolutamente un’alternativa realistica, questo è chiaro a tutti. L’incubo di Toto è già fin troppo reale viste le prestazioni disastrose della Mercedes quest’anno e non ha certo bisogno di rivedere il volto di Mickey. Saranno questi nove giorni prima di Miami a parlare, portando possibilmente uno dei due direttori alla guarigione ad alla risoluzione del problema.

Valerio Vanazzi

Classe 1999. Laureato in Storia Contemporanea ma anche Perito meccatronico. Appassionato di cinema e motori, nonché grande tifoso McLaren. Da marzo 2022 redattore per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button