DichiarazioniFormula 1

Ferrari in difficoltà: i Tifosi sono delusi? Risponde Sainz

Lo spagnolo ha parlato delle recenti disavventure a Maranello, spiegano cosa succede all’interno dei box

Sainz parla degli errori commessi e anticipa le sue sensazioni per l’appuntamento motoristico di Monza

Che la Ferrari possa fare di più è ormai chiaro. L’ultimo scivolone proprio in Belgio, quando il pilota con il numero 55 sulla livrea è rientrato ai box per il pit stop, ma il nuovo set di gomme non era ancora al completo. Sono seguiti lunghissimi secondi di panico e attesa, che, di fatto, hanno segnato la gara dello spagnolo e nutrito ulteriori dubbi sulle abilità strategiche degli uomini della Rossa. Troppi errori e sviste che stanno seriamente pregiudicando una lotta al titolo che sarebbe stata a due, affare tra il Cavallino e la Red Bull, ma che, invece, si sta rivelando una corsa in solitaria del team di Milton Keynes.

Visto e considerato l’attaccamento dei tifosi allo storico stemma del Cavallino Rampante, vissuto quasi come una religione, Carlos Sainz si è detto consapevole di quello che potrebbe accadere, e che sta già accadendo: sicuramente, di fronte agli attuali risultati, ci sarà del malcontento, e non poco.

Sainz critico: “Alcuni non saranno contenti del nostro lavoro”

Non riesco a leggere nella mente della Tifosi”, ha dichiarato lo spagnolo a Sky F1, “ma posso dirvi che, tra loro, ce ne saranno alcuni orgogliosi dei traguardi che abbiamo raggiunto quest’anno e del fatto che siamo riusciti a rimetterci in lotta per la vittoria, che è, credo, l’obiettivo numero uno. Ce ne saranno altri, invece, non contenti del modo in cui abbiamo gestito alcune gare, non massimizzando i risultati. Questo è il motivo per cui siamo autocritici e vediamo anche che dobbiamo migliorare in alcune aree, se in futuro vogliamo lanciare una sfida alla Red Bull e alla Mercedes, che sono squadre molto molto forti“.

Tra gli errori più grossolani, come avevamo anticipato, una mancata tempestiva comunicazione tra il muretto e i box, che ha rallentato le operazioni di pit stop di Carlos a Spa: “Penso che fosse chiaro che la chiamata della scorsa settimana è stata fatta troppo tardi“, ha spiegato Sainz, “Ma è un altro esempio di cose che dobbiamo continuare a migliorare come squadra, cose che dobbiamo continuare a superare per essere più solidi, più robusti. Questo è l’obiettivo finale e dove vogliamo continuare a migliorare per assicurarci che, ogni volta che si presentano opportunità vincenti, possiamo coglierle“.

Ferrari in difficoltà: “Monza non è adatta a questa vettura

A questo punto, i Tifosi sperano in una grandiosa vittoria questo fine settimana, nel Tempio della velocità. L’ultima gioia colorata di rosso a Monza è stata infatti nel 2019, quando Leclerc ha vinto il GP d’Italia davanti al suo pubblico. Sainz ci va molto cauto e ammette che questa non è una pista adatta alla F1-75: “L’obiettivo è sempre quello di venire e vincere. Quest’anno abbiamo un’auto molto competitiva praticamente ovunque. Ci sta dando la possibilità di lottare per il podio e le vittorie in gara. Questa sulla carta non è la pista migliore per la nostra auto, per il nostro pacchetto, ma, allo stesso tempo, Monza è così speciale, ci sono così tante cose che accadranno. E’ anche così diversa da qualsiasi altra realtà che saresti comunque più competitivo di quello che ti potresti aspettare”.

Sainz è attualmente quinto nella classifica iridata piloti, con un totale di 175 punti. 175 punti lo separano dal leader Max Verstappen, che ne ha ben 310.

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, ho una Laurea Triennale in Lingue Straniere e una Laurea Magistrale in Linguistica, entrambe conseguite nella Capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, spazio, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio